Pubblicità

Disturbo bipolare, sedentarietà e stati di salute patologici

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2347 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Uno stile di vita sedentario associato al disturbo bipolare può determinare l’insorgenza di stati di salute patologici quali obesità e malattie cardiache

sedentarietà e disturbo bipolareUn nuovo studio, pubblicato sulla rivista Psychiatry Research, ha delineato il legame tra il disturbo bipolare, il tempo che si trascorre seduti e diversi problemi di salute, tra cui, nello specifico, le malattie cardiovascolari.

L’autore dello studio, Davy Vancampfort, ha sottolineato come “i tassi di mortalità nelle persone con disturbo bipolare, sono circa due o tre volte superiori rispetto a quelli della popolazione generale”.

Rispetto al tempo che si trascorre seduti, precedenti ricerche hanno già dimostrato che le persone con disturbo bipolare sono molto più sedentarie rispetto a soggetti senza tale disturbo.

Considerando pertanto che uno stile di vita sedentario può determinare l’insorgenza di stati di salute patologici quali obesità e malattie cardiache, comprendere il ruolo svolto dal disturbo bipolare potrebbe essere cruciale per lo sviluppo di programmi di prevenzione.

Per lo studio sono stati selezionati 39 pazienti con disturbo bipolare; hanno compilato dei questionari rispetto alle abitudini sedentarie e completato una batteria di test chiamata “Eurofit”, in cui si valutano una serie di attività volte a misurare la flessibilità, l’equilibrio, la velocità e la forza.

Gli scienziati hanno scoperto che maggiore è la sedentarietà e il tempo trascorso seduti al giorno, maggiore è la circonferenze di vita e l’indice di massa corporea.

Nelle persone con disturbo bipolare, l’esposizione a sintomi depressivi si traduce in una minore attività fisica, che a sua volta è associata a uno stile di vita sedentario.

Una spiegazione di questo potrebbe essere il fatto che i sentimenti di depressione sono associati ad una minore auto-efficacia ed un incremento di risultati negativi nell’impegnarsi in attività durante la propria quotidianeità.

Pertanto, concludono gli autori, interventi mirati a ridurre il comportamento sedentario e un miglioramento della propria forma fisica dovrebbero essere considerati in modo tale da migliorare il trattamento per i pazienti con disturbo bipolare.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: trattamento obesità disturbo bipolare sedentarietà stati di salute malattie cardiache programmi di prevenzione

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

News Letters

0
condivisioni