Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Do Brain Training Games Actually Improve Cognitive Function?

on . Postato in News di psicologia | Letto 687 volte

Action video gaming may improve cognitive flexibility and brain plasticity

VIdeoGame

Playing video games has become a commonplace part of daily life for people of all ages.

In the past twenty years, advances in technology have led to a dramatic increase in the popularity of all types of entertaining video games and "brain games" designed to optimize cognitive function and improve mental fitness. Subsequently, there is growing interest about the impact that video gaming has on brain structure, cognitive function, and human behavior.

Two years ago, I wrote a Psychology Today blog post based on a 2013 study, “Playing Super Mario Induces Structural Brain Plasticity: Gray Matter Changes Resulting from Training with a Commercial Video Game (link is external),” conducted at the Max Planck Institute for Human Development and Charité University Medicine in Berlin.

This research looked at the benefits of action-oriented video games, not brain-training games. In an October 2013 Psychology Today post, "Video Gaming Can Increase Brain Size and Connectivity," I wrote about this study saying:

A new study has found that video gaming can stimulate neurogenesis (growth of new neurons) and connectivity in the brain regions responsible for spatial orientation, memory formation and strategic planning, as well as, fine motor skills. Brain volume was quantified using magnetic resonance imaging (MRI). In comparison to a control group, the video gaming group showed increases of gray matter, which houses the cell bodies of nerve cells in the brain.
Neurogenesis and neuroplasticity improvements were observed in the right hippocampus, right prefrontal cortex and the cerebellum (link is external). These brain regions are involved in functions such as spatial navigation, memory formation, strategic planning and fine motor skills of the hands. Gaming brings together the cerebral function of the cerebrum (link is external) with the cerebellar muscle memory of the cerebellum which improves cognitive function and performance.

 

Tratto da Psychology Today - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: brain plasticity cognitiveflexibility video games braingames

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (15124250707…

Sarab, 19     Buonasera,ho 19 anni ed ho da poco iniziato l'università. ...

manie e compulsioni (151195457…

Carolina, 50     Buongiorno, mio marito soffre di depressione per cui prende già dei farmaci ma soffre secondo me anche di ossessioni. ...

Aiuto consiglio (1512841413383…

Francesco, 30     Salve. Non questa estate appena passata ma la scorsa sono stato ricoverato in psichiatria con la forza senza il mio consenso. ...

Area Professionale

Sinergie tra avvocato e psicol…

In molte dispute legali il Giudice nomina un perito esperto della materia (CTU - consulente tecnico d'ufficio), delegato dal Tribunale ad esamniare il caso e a ...

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

Le parole della Psicologia

Abreazione

Il termine fu coniato da Freud e Breuer nel 1895 per designare il meccanismo inconscio, secondo il quale un individuo si libera dall’affetto connesso ad un even...

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’...

News Letters