Pubblicità

Do You Suffer From Decision Fatigue?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 318 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Three men doing time in Israeli prisons recently appeared before a parole board consisting of a judge, a criminologist and a social worker. The three prisoners had completed at least two-thirds of their sentences, but the parole board granted freedom to only one of them. Guess which one: Case 1 (heard at 8:50 a.m.): An Arab Israeli serving a 30-month sentence for fraud. Case 2 (heard at 3:10 p.m.): A Jewish Israeli serving a 16-month sentence for assault. Case 3 (heard at 4:25 p.m.): An Arab Israeli serving a 30-month sentence for fraud.

 

There was a pattern to the parole board’s decisions, but it wasn’t related to the men’s ethnic backgrounds, crimes or sentences. It was all about timing, as researchers discovered by analyzing more than 1,100 decisions over the course of a year. Judges, who would hear the prisoners’ appeals and then get advice from the other members of the board, approved parole in about a third of the cases, but the probability of being paroled fluctuated wildly throughout the day. Prisoners who appeared early in the morning received parole about 70 percent of the time, while those who appeared late in the day were paroled less than 10 percent of the time.

 

Tratto da: "nytimes.com" - Prosegui nella lettura dell'articolo



 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione (1539200804…

Marco, 30     Salve, volevo sapere cosa pensa della mia situazione e cosa sia meglio fare. A fine luglio ho fatto una prima donazione di sangue n...

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, form...

Aggressività

In psicologia indica uno stato di tensione emotiva generalmente espresso in comportamenti lesivi e di attacco. Nel corso degli anni l’aggressività...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

News Letters

0
condivisioni