Pubblicità

Dolore cronico e disturbi d’ansia: il ruolo del PACAP

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1023 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I risultati dello studio suggeriscono una maggiore e aumentata espressione del PACAP, un neurostrasmettitore peptidico che il corpo rilascia in risposta allo stress, ma anche in risposta al dolore neuropatico.

neuropeptidi.doloreUna nuova ricerca effettuata presso la University of Vermont, ha messo in luce una connessione tra il dolore cronico e i disturbi d’ansia.

I risultati dello studio, pubblicati sulla rivista Biological Psychiatry, suggeriscono una maggiore e aumentata espressione del PACAP, un neurostrasmettitore peptidico che il corpo rilascia in risposta allo stress, ma anche in risposta al dolore neuropatico.

I ricercatori hanno esaminato l’espressione del PACAP lungo un percorso che va dal midollo spinale all’amigdala, il tratto spino-parabrachiale, in quanto rappresentante la base cerebrale del comportamento emotivo.

Attraverso l’utilizzo di modelli per il dolore cronico e l’ansia, nonchè modelli che consentono di tracciare i neurocircuiti del PACAP, i membri del team hanno osservato dove le vie del dolore cronico e dello stress vanno ad intersecarsi.

In studi precedenti, i ricercatori avevano già osservato come questo neurotrasmettitore peptidico fosse altamente espresso nelle donne con sintomatologia da Disturbo post-traumatico da stress.

In virtù di tale osservazione e cioè di un aumento dei comportamenti ansiosi in risposta al dolore cronico il team di ricerca ha somministrato un antagonista recettoriale del PACAP, progettato per bloccare la risposta.

Successivamente hanno osservato come vi sia una significativa riduzione sia del comportamento ansioso che dell’ipersensibilità al dolore.

Sulla base di tale evidenza i ricercatori suggeriscono come vi sia la possibilità di bloccare tanto il dolore cronico quanto i disturbi d’ansia; il passo successivo a cui si auspica è quindi quello di lavorare anche da un punto di vista chimico, al fine di sviluppare piccoli composti di molecola che possano antagonizzare le azioni del PACAP.

Questo potrebbe rappresentare non solo un approccio completamente diverso rispetto all’uso di oppiacei e benzodiazepine, ma un altro strumento per combattere il dolore cronico e i disturbi comportamentali legati allo stress.

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

 

Tags: disturbi d'ansia trattamento dolore cronico PACAP neurotrasmettitore peptidico University of Vermont tratto spino-parabrachiale antagonista recettoriale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Coppia e Famiglia (15604028132…

damiano, 46 Ho una dipendenza affettiva verso una donna della mia eta'. ...

Oscillazioni (1558793295819)

Tatiana, 21 E' difficile dire a che campo appartiene il mio problema, penso sia un insieme di causa: sta di fatto che per semplificare posso affermare che ho...

Sto male

Francis, 35 Ho bisogno di parlare con uno psicologo che mi aiuti ad affrontare una separazione difficile..è una situazione molto delicata e ho anche un bam...

Area Professionale

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Articolo 19 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.19 (selezione e valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Wanderlust

È l’impulso irrefrenabile di viaggiare, esplorare e scoprire posti nuovi per ampliare i propri orizzonti Le persone che hanno una voglia perenne di partire, ch...

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni