Pubblicità

Droga. Indagine nelle scuole, il via a 11 anni con la cannabis

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 418 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Iniziano a bere o a drogarsi dai 10-11 anni, conoscono sempre meno i danni provocati da alcol e droga e spesso hanno rapporti conflittuali in famiglia. Questi alcuni dei risultati emersi dal rapporto "Informare giocando", presentato oggi da Modavi onlus e realizzato sotto il patrocinio del ministero della Solidarietà sociale.

Un'indagine promossa su un campione di circa 4.500 alunni tra i 14 e i 18 anni sparsi sul territorio nazionale (272 classi coinvolte), grazie ad un questionario sottoposto ai ragazzi nell'ambito di un gioco di ruolo informale organizzato da uno psicologo e da un operatore in classe. Il 32% dei ragazzi intervistati ha fumato almeno una volta cannabinoidi a partire dagli 11 anni e il 16% di questi ne fa uso giornaliero. Il 7% ha fatto uso di sostanze stupefacenti a partire dai 10 anni e il 46% continua a farne uso quotidianamente.

Tratto da "Diregiovani.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un disturbo neurologico...

Noia

La noia è uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un...

News Letters

0
condivisioni