Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Ecstasy e solitudine

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 400 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli adolescenti ed i giovani adulti che si sentono socialmente isolati o si trovano in difficoltà nel riuscire a percepire un senso di appartenenza con gli altri possono esitare nell’utilizzo di droghe assunte per fronteggiare questi sentimenti di solitudine, come sembra accadere soprattutto con alcune recenti droghe, quali l’ecstasy, che negli ultimi anni hanno avuto una larga diffusione tra i giovani.

In ogni caso, i giovani che fanno uso di ecstasy sembrano avere maggiori difficoltà nel rapporto con sé stessi e con i sentimenti di solitudine rispetto a coetanei che fanno uso di altri tipi di droghe ed a quanti invece non ricorrono a tali sostanze; questi i risultati di una ricerca presentata recentemente al 110° Convegno Annuale della American Psychological Association, quest’anno tenutosi a Chicago. “Graziea alla sensazione soggettiva prodotta dal consumo di ecstasy che consiste tra l’altro solitamente in un aumento della percezione dello stare insieme e dell’unità con gli altri, è comprensibile come i giovani che presentano difficoltà nel rapporto con gli altri e che si sentono socialmente isolati facciano ricorso a queste sostanze per cercare un legame con gli altri e provare un qualsiasi senso di appartenenza - dice la dott.ssa Ami Rokach della York University di Toronto (Ontario,Usa), uno degli autori della ricerca.

Lo studio, che ha confrontato questi aspetti tra ragazzi che fanno uso di droghe diverse (marijuana, cocaina, ma anche alcol) e non consumatori, è stato focalizzato sul modo in cui i giovani sentono ed esprimono i propri vissuti di solitudine in diversi aspetti della propria vita e sul modo in cui solitamente cercano di affrontare queste difficoltà. I risultati dello studio mostrano che i ragazzi che fanno uso di ecstasy sono rispetto agli altri coetanei quelli che maggiormente ricorrono a strategie differenti per cercare di arginare il senso di solitudine.

Gli autori della ricerca sottolineano come questi risultati siano importanti per cercare di comprendere le motivazioni che spingono al consumo di droghe nelle fasce di età giovanile ed inoltre ribadiscono la necessità di intervenire tempestivamente in questi casi quando ancora la condotta tossicomanica non è stabilizzata e ripetitiva.

Tratto da:”Ecstasy Drug of Choice for Those Trying to Cope with Loneliness”-NEWSWISE/Life News – Aug.02

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

News Letters

0
condivisioni