Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Emicrania: si impara a gestirla da piccoli

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 223 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Secondo uno studio durato circa 20 anni, chi soffre di emicrania cronica può impara a conviverci riuscendo a controllare quelle situazioni che potrebbero far comparire e/o far peggiorare il disturbo.

L'emicrania si presenta principalmente in due forme, l'emicrania senza aura e l'emicrania con aura.

L'emicrania senza aura, o emicrania comune, è la forma più diffusa, circa l'80% dei casi di emicrania diagnosticati rientrano in questa tipologia. Nelle donne, questo tipo di mal di testa compare spesso in concomitanza al ciclo mestruale, a volte è accompagnata da altri sintomi come nausea, vomito, fotofobia e fonofobia.

I casi legati all'emicrania con aura sono invece preceduti e accompagnati da una serie di disturbi di tipo neurologico, l'insieme di questi sintomi "premonitori" costituiscono la cosiddetta aura.

Nell'emicrania con aura l'attacco può essere preceduto da disturbi visivi, oscuramento di un campo visivo, linee scintillanti o disturbi della sensibilità con formicolii. In casi più rari si possono manifestare sintomi neurologici più gravi come difficoltà del linguaggio, paralisi, vertigini e difficoltà della coordinazione muscolare. L'aura, che si sviluppa gradualmente, si manifesta generalmente da 10 a 30 minuti prima dello scatenarsi del mal di testa vero e proprio.

Lo studio pubblicato su Archives of Pediatrics and Adolescent Medicine, è durato circa 20 anni e ha esaminato la trasformazione del mal di testa durante la crescita di 60 bambini. Si è notato che con la crescita l'emicrania senza aura è quasi scomparsa, mentre quella da stress rimane pressoché invariata.

tratto da Universonline.it - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ho paura di non trovare mai il…

Kikhi, 26     Salve... ho paura di non trovare mai il mio posto. ...

Infedeltà (1528369634858)

Lap84, 34     Sono sposata con mio marito da 5 anni, e nell'ultimo periodo è nato in me il dubbio che possa essermi infedele... ...

Difficoltà nella gestione dell…

Chiara111, 20     Salve. Richiedo l’aiuto di un esperto, di qualcuno che possa prendersi carico del mio problema. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

Dipsomania

Per dispomania si intende una patologia  caratterizzata da un irresistibile desiderio di ingerire bevande alcoliche. Per Dipsomania ( gr. δίψα "sete" e μα...

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

News Letters

0
condivisioni