Pubblicità

Emotional intelligence may be good predictor of success in computing studies

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 208 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

The emotional intelligence of students indirectly contributes to academic success in information technology studies, preliminary results from a study led by Virginia Tech researchers show. The research team, led by Pamplin College of Business faculty members, measured how well students in computer science and information systems coped with stressful situations and their levels of emotional intelligence, defined as "the ability to perceive, assess, and positively influence personal and others' emotions."

The researchers then examined the effects of these intrapersonal factors on their grades. More than 600 undergraduates at more than 20 institutions in the United States participated in the study, based on a series of questionnaires designed to measure coping strategies and emotional intelligence.
"One of the study's premises was that meeting the challenges of demanding curricula often requires more than innate intelligence," said France Belanger, an associate professor of accounting and information systems and a member of the research team. "To explore this assumption, we measured coping strategies and emotional intelligence -- two intrapersonal variables that are rarely studied in the computing field."

Tratto da Sciencedaily.com - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Raptus

Il raptus (dal latino raptus, "rapimento") è un impulso improvviso e di forte intensità, che porta un soggetto ad episodi di parossismo, in genere violenti, i q...

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

News Letters

0
condivisioni