Pubblicità

Empatia e assunzione di prospettiva: come vengono costruite le abilità sociali

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 242 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Essere in grado di provare empatia e di cogliere la prospettiva dell'altra persona sono due abilità attraverso le quali comprendiamo cosa sta succedendo nella mente dell'altro.

Empatia e assunzione di prospettiva come vengono costruite le abilità sociali

Ma non è ancora chiaro cosa siano esattamente. Le ricerche hanno ora sviluppato un modello che spiega di cosa sono fatti l'empatia e l'assunzione di prospettiva: non si tratta di competenze specifiche piuttosto riguardano molti fattori individuali che variano a seconda della situazione.

Capire cosa vogliono gli altri, come si sentono e come vedono il mondo sta diventando sempre più importante nella nostra società complessa e globalizzata.
Le abilità sociali ci consentono di fare amicizia e creare una rete di persone che ci supportano. Ma non tutti trovano facile interagire con altre persone.
Uno dei motivi principali è che due delle abilità sociali più importanti: l'empatia, ovvero essere in grado di entrare in empatia con le emozioni dell'altra persona, e la capacità di assumere la prospettiva altrui, ovvero essere in grado di acquisire un'informazione adottando il punto di vista di un'altra persona- vengono sviluppate in gradi diversi .

I ricercatori hanno cercato a lungo di scoprire cosa aiuta a capire gli altri. Più si conoscono queste due abilità sociali, meglio si possono aiutare le persone a formare relazioni sociali.
Tuttavia, non è ancora esattamente chiaro cosa siano l'empatia e l'assunzione di prospettiva (quest'ultima è anche nota come "teoria della mente").

Essere in grado di leggere le emozioni di una persona attraverso i suoi occhi, comprendere una storia divertente o interpretare l'azione di un'altra persona: nella vita di tutti i giorni ci sono sempre situazioni sociali che richiedono queste due importanti abilità.
Tuttavia, ciascuna di esse richiede una combinazione di diverse abilità individuali subordinate. Se è necessario interpretare gli sguardi e le espressioni facciali in una situazione, in un'altra può essere necessario pensare insieme al background culturale del narratore o conoscere i suoi bisogni attuali.

Ad oggi, sono stati condotti innumerevoli studi che esaminano l'empatia e la prospettiva nel suo complesso. Tuttavia, non è stato ancora chiarito cosa costituisca il nucleo di entrambe le competenze e dove si trovano nel cervello le loro basi.

Philipp Kanske, ex leader del gruppo di ricerca MPI CBS e attualmente professore presso la TU di Dresda, insieme a Matthias Schurz del Donders Institute di Nijmegen, Paesi Bassi, e un team internazionale di ricercatori, hanno ora sviluppato un modello esplicativo completo.

Pubblicità

"Entrambe queste abilità vengono elaborate nel cervello da una 'rete principale' specializzata in empatia o cambiamento di prospettiva, che si attiva in ogni situazione sociale. Ma, a seconda della situazione, coinvolge anche reti aggiuntive", spiega Kanske, riferendosi a i risultati dello studio, appena pubblicato sulla rivista Psychological Bulletin.

Se leggiamo i pensieri e i sentimenti degli altri, ad esempio, dai loro occhi, vengono coinvolte altre regioni aggiuntive rispetto a quando le deduciamo dalle loro azioni o da una narrazione.

"Il cervello è quindi in grado di reagire in modo molto flessibile alle esigenze individuali".

Per l'empatia, una rete principale in grado di riconoscere situazioni particolarmente significative, ad esempio elaborando la paura, lavora insieme ad altre regioni specializzate, ad esempio, per il riconoscimento del volto o del linguaggio.

Quando si cambia prospettiva, a loro volta, le regioni che vengono utilizzate anche per ricordare il passato o fantasticare sul futuro, cioè per pensieri che si occupano di cose che non possono essere osservate al momento, sono attive come rete centrale.

Anche qui vengono attivate regioni cerebrali aggiuntive in ogni situazione concreta.

Attraverso le loro analisi, i ricercatori hanno anche scoperto che problemi sociali particolarmente complessi richiedono una combinazione di empatia e un cambio di prospettiva.

Le persone particolarmente competenti socialmente sembrano vedere l'altra persona in entrambi i modi, sulla base dei sentimenti e sulla base dei pensieri. A loro giudizio, trovano quindi il giusto equilibrio tra i due.

"La nostra analisi mostra anche, tuttavia, che la mancanza di una delle due abilità sociali può anche significare che non è l'abilità nel suo insieme ad essere limitata. Può essere che solo un certo fattore sia influenzato, come la comprensione delle espressioni facciali o la melodia del discorso , "aggiunge Kanske.

Un singolo test non è quindi sufficiente per certificare la mancanza di abilità sociali di una persona.

Piuttosto, sarebbero necessari una serie di test per valutare effettivamente i soggetti come dotati di poca empatia o come incapaci di assumere il punto di vista dell'altra persona.

Gli scienziati hanno studiato queste relazioni per mezzo di una meta-analisi su larga scala.

Hanno identificato, da un lato, i punti in comune nel modello MRI dei 188 studi individuali esaminati quando i partecipanti hanno utilizzato l'empatia o l'assunzione di prospettiva.

Ciò ha consentito la localizzazione delle regioni centrali del cervello per ciascuna delle due abilità sociali.

I risultati hanno anche indicato come i modelli di risonanza magnetica differissero a seconda dell'attività specifica e, quindi, quali regioni cerebrali aggiuntive erano state utilizzate.

 

Reference:

  1. Matthias Schurz, Joaquim Radua, Matthias G. Tholen, Lara Maliske, Daniel S. Margulies, Rogier B. Mars, Jerome Sallet, Philipp Kanske. Toward a hierarchical model of social cognition: A neuroimaging meta-analysis and integrative review of empathy and theory of mind.. Psychological Bulletin, 2020; DOI: 10.1037/bul0000303

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Editoriale

La "bellezza" della psicoterapia

Andare in psicoterapia è utile nel momento in cui siamo pronti e ci vogliamo mettere in gioco: non è facile, costa fatica, soldi, tempo, ma è liberatorio e ci mette faccia a faccia con noi stessi e...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Pistantrofobia (paura di fidar…

La pistantrofobia è caratterizzata da una paura irrazionale di costruire una relazione intima e personale con gli altri. Molti di noi hanno sperimentato delusi...

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

News Letters

0
condivisioni