Pubblicità

Figli (adulti) che non vogliono crescere

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 923 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

In Italia, la media di giovani che vive ancora con mamma e papà è una delle più alte d'Europa. Colpa di fattori economici, ma anche di blocchi psicologici e culturali: preziosi consigli per cambiare.figli adulti

Una generazione di Peter Pan che vive in uno stato di adolescenza prolungata, evitando le responsabilità – matrimonio o convivenza, figli, mutuo per l'acquisto di una casa – il più a lungo possibile.

Costringendo i genitori a confrontarsi con una prole che non riesce a diventare realmente adulta e a costruirsi una propria indipendenza psicologica e di vita.

Un fenomeno sempre più frequente, specie nei paesi dell'Europa del Sud, almeno stando agli ultimi dati pubblicati da Eurostat secondo cui la media di giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni che vive ancora con i genitori oscilla tra il 10 e il 15% nell'Europa del Nord, mentre viaggia tra il 30 e il 50% in Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. Nella Penisola, i “mammoni” sono precisamente il 46,6%.

Dando poi uno sguardo ad altre ricerche, negli anni Settanta gli uomini si sposavano in media a 24 anni e le donne a 22. Adesso, invece, l'età media si aggira attorno ai 32 anni per gli uomini e ai 30 anni per le donne.

Siamo insomma di fronte a una sorta di “infantilizzazione” dell'età adulta che ha alla base diversi motivi. Da fattori economici, considerato che la crisi ha ridotto le opportunità di lavoro e quindi di indipendenza economica dei giovani, ad altri culturali e psicologici che portano a restare eternamente immaturi.

Come dimostra l'abitudine sempre più frequente anche tra le generazioni che hanno superato l'adolescenza di leggere libri destinati ai teenagers (come Harry Potter, Hunger Games e Twilight), la popolarità di cartoni come I Simpson e la crescente diffusione di giochi da computer per adulti.

Il motivo, secondo diversi esperti, è anche la paura di soffrire e di affrontare le sfide che la vita ci pone.

 

Tratto da d.repubblica - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: mamma figli adulti crescere italia giovani, papà fattori economici blocchi psicologici blocchi culturali

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Desiderio

Tra Freud e Lacan: Dalla ricerca dell’Altro al Desiderio dell’Altro. Il desiderio, dal latino desiderĭu(m), “desiderare”, fa riferimento ad un moto intenso d...

News Letters

0
condivisioni