Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Figli (adulti) che non vogliono crescere

on . Postato in News di psicologia

In Italia, la media di giovani che vive ancora con mamma e papà è una delle più alte d'Europa. Colpa di fattori economici, ma anche di blocchi psicologici e culturali: preziosi consigli per cambiare.figli adulti

Una generazione di Peter Pan che vive in uno stato di adolescenza prolungata, evitando le responsabilità – matrimonio o convivenza, figli, mutuo per l'acquisto di una casa – il più a lungo possibile.

Costringendo i genitori a confrontarsi con una prole che non riesce a diventare realmente adulta e a costruirsi una propria indipendenza psicologica e di vita.

Un fenomeno sempre più frequente, specie nei paesi dell'Europa del Sud, almeno stando agli ultimi dati pubblicati da Eurostat secondo cui la media di giovani di età compresa tra i 25 e i 34 anni che vive ancora con i genitori oscilla tra il 10 e il 15% nell'Europa del Nord, mentre viaggia tra il 30 e il 50% in Portogallo, Italia, Grecia e Spagna. Nella Penisola, i “mammoni” sono precisamente il 46,6%.

Dando poi uno sguardo ad altre ricerche, negli anni Settanta gli uomini si sposavano in media a 24 anni e le donne a 22. Adesso, invece, l'età media si aggira attorno ai 32 anni per gli uomini e ai 30 anni per le donne.

Siamo insomma di fronte a una sorta di “infantilizzazione” dell'età adulta che ha alla base diversi motivi. Da fattori economici, considerato che la crisi ha ridotto le opportunità di lavoro e quindi di indipendenza economica dei giovani, ad altri culturali e psicologici che portano a restare eternamente immaturi.

Come dimostra l'abitudine sempre più frequente anche tra le generazioni che hanno superato l'adolescenza di leggere libri destinati ai teenagers (come Harry Potter, Hunger Games e Twilight), la popolarità di cartoni come I Simpson e la crescente diffusione di giochi da computer per adulti.

Il motivo, secondo diversi esperti, è anche la paura di soffrire e di affrontare le sfide che la vita ci pone.

 

Tratto da d.repubblica - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Tags: mamma figli adulti crescere italia giovani, papà fattori economici blocchi psicologici blocchi culturali

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con la mia ragazza e …

Sabrina, 16                   Salve, sono una ragazza di 16 anni, impegnata da quasi un anno e mezzo i...

Signor (1497211992990)

bruno, 76             Ogni giorno mi sento depresso e sempre triste nella mia vita ho pero tutti mia madre e mia nonna gl...

Adolescente che non si acconte…

sara, 36                 Salve,Siamo una famiglia di stranieri che vive in italia da diverso tempo,qualche an...

Area Professionale

Approvato il documento dell’Or…

Discusso e approvato al Consiglio Nazionale dell’Ordine (riunitosi sabato 17 giugno) il Documento “Ruolo della Psicologia nei Livelli Essenziali di Assistenza” ...

Workshop: I Pericoli di Facebo…

Il giorno 24 maggio 2017, presso la sede di Pescara dell’Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo, si è svolto il primo dei due incontri dedicati alla Web R...

La psicosi: tra Jung, Freud e …

La psicosi è, in gran parte, il risultato di una diade soggetto-oggetto che è presenta nella mente dell’individuo psicotico. Questo signific...

Le parole della Psicologia

Balbuzie

La balbuzie interessa circa l’1% della popolazione mondiale (tasso di prevalenza), ma circa il 5% può dire di averne sofferto in qualche misura nel...

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

ATASSIA

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. È possibile fare una distinzione...

News Letters