Pubblicità

Forti relazioni familiari possono aiutare i bambini con l'asma

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 770 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Secondo un nuovo studio della Northwestern University, i rapporti familiari potrebbero aiutare i giovani a mantenere un buon comportamento riguardante la gestione dell'asma, anche davanti a condizioni difficili del proprio vicinato.

asma bambini città

Per i bambini con l'asma, le condizioni ambientali del vicinato, come ad esempio il ruolo degli allergeni e delle sostanze inquinanti, sono note da tempo per svolgere un ruolo importante, ma si sa meno su come le condizioni sociali del vicinato potrebbero influenzare l'asma dei bambini.


Nello studio, i ricercatori hanno cercato di verificare se ci sono fattori sociali che possono proteggere i bambini dalle difficili condizioni del vicinato, concentrandosi su un particolare fattore importante nella vita dei bambini: se avevano relazioni familiari positive e di supporto.

"Abbiamo trovato correlazioni significative tra le condizioni del vicinato e le qualità delle relazioni familiari che predicono i risultati clinici dell'asma"  ha affermato Edith Chen, professoressa di psicologia al Weinberg College of Arts and Sciences, docente presso l'Institute for Policy Research presso la Northwestern University e autrice principale dello studio.

"Quando i bambini vivevano in quartieri ad alto rischio e non organizzati al meglio, migliori erano i loro rapporti familiari, minori erano i sintomi e le limitazioni delle loro attività e migliorava anche la loro funzione polmonare".

Al contrario, ha detto Chen, quando i bambini vivevano in quartieri a basso pericolo e organizzati meglio, i loro sintomi, i limiti delle loro attività e la funzione polmonare erano generalmente buoni e la natura delle loro relazioni familiari non contava.

Utilizzando Google Street View, i ricercatori sono stati in grado di fare una passeggiata virtuale attraverso i quartieri di Chicago di ciascun partecipante alla ricerca, utilizzando codici per indicare situazioni di pericolo o organizzazione del quartiere, compresi i graffiti, auto abbandonate, sbarre o grate su porte e finestre, e case abbandonate o barricate. Questo ha dato loro una visione più obiettiva del livello di pericolo e disordine di quartiere che un partecipante sta probabilmente sperimentando quotidianamente mentre cammina nei luoghi vicino e verso casa.

Pubblicità


Hanno quindi intervistato i bambini sulle loro relazioni familiari e hanno codificato la quantità di sostegno, fiducia e conflitto presente e hanno misurato una varietà di risultati sull'asma (clinici, comportamentali e biologici).

Chen ha affermato che la ricerca è importante nel campo della pediatria perché le famiglie spesso non hanno la possibilità di spostarsi dai quartieri difficili.

"Se i pediatri possono fornire suggerimenti alle famiglie su come le relazioni di supporto possano aiutare a gestire l'asma dei loro figli, pur riconoscendo allo stesso tempo la realtà delle difficoltà del loro vicinato che molte di queste famiglie affrontano quotidianamente, ciò potrebbe aiutarle" ha affermato Chen.

"È possibile che quando i bambini hanno rapporti di buona qualità con la loro famiglia, i membri della famiglia sono in grado di aiutare i loro figli nella gestione dell'asma, per esempio, proteggendoli dai fattori di stress del quartiere, al fine di ridurre al minimo il disturbo" ha detto Chen. "La ricerca futura potrebbe testare questa idea implementando interventi con le famiglie o con i genitori con figli con problemi d'asma che vivono in quartieri ad alto rischio e esaminando i loro effetti sui risultati dell'asma infantile."

FONTE:

  • Edith Chen, Robin Hayen, Van Le, Makeda K. Austin, Madeleine U. Shalowitz, Rachel E. Story, Gregory E. Miller. Neighborhood Social Conditions, Family Relationships, and Childhood Asthma. Pediatrics, 2019; e20183300 DOI: 10.1542/peds.2018-3300

Articolo a cura del dottore Andrea di Maio




Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: bambini, asma. news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola faccio f...

Fobie paranoie (1579177546962)

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo t...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55 , 20 anni Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi per il servizio che offrite. Sono una ragazza di 20 anni. Non ho un partner fisso...

Area Professionale

L’intervento psicologico clini…

Il periodo di emergenza e di pandemia che stiamo affrontando ha imposto una rivisitazione, da parte degli operatori, dei criteri di gestione dell'approccio clin...

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Le parole della Psicologia

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

News Letters

0
condivisioni