Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Gamers' brains no different than yours or mine

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 171 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Video games, which reveal disconnects between a set of young television addicts and their elders, could bridge a generation gap. While Mortal Combat , Grand Theft Auto , or Halo may be foreign to aging generations, a new study out of Washington University in St. Louis and the University of Toronto suggests that video games like these promote a kind of mental "expertise" that could prove to be useful in the non-virtual world - potentially in rehabilitation and for the elderly. Alan Castel, Ph.D., Washington University post doctorate fellow in psychology in Arts & Sciences, conducted a study to examine how video games can lead to a degree of expertise in certain domains, and how that might influence video game players' visual search patterns.

Castel's research compares twenty college-aged, expert video game players, those who log more than ten — and upwards of 20 — hours of game time per week, to non-players, to determine how video game specialization influences human visual attention capacity and our environmental stimuli search patterns.

Castel found, in short, that gamers showed a 20% reduction in response times as opposed to non-gamers, averaging reactions 100 milliseconds speedier than non-players'.

Normal visual search habits reflect our impatience — rather than wait, we anticipate. If we have recently attended to a location, after a delay we are sometimes slower to revisit this location. Castel relates the slower reaction times after long delays between cues to a common kitchen conundrum: "If you're searching the kitchen for a knife that you misplaced, you might look in one location," he explained. "If it's not there, you'll close the drawer, and look in other locations before you actually search that drawer again."

tratto da Washington University in St. Louis - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Suicidio (1529267882787)

chopperozzi15, 14     voglio tentare il suicidio entro il 20 ...

Una relazione finita... in cli…

SammySun, 30     Salve, ho 30 anni e da un mese ho messo fine ad una relazione durata 2 anni e mezzo con un ragazzo della mia stessa età. ...

Totale disinteresse sessuale (…

Tabata, 41     Ho sempre avuto un rapporto ludico con il sesso. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Facies

Il termine latino Facies si riferisce all’espressività ed alla mimica facciali, nonché alla mobilità dei muscoli pellicciai. In semeiotica medica, il termine s...

Binge Eating Disorder

Non si conosce ancora la causa esatta del BED (binge Eating Disorder), anche perché è una patologia da poco individuata e studiata come categoria a sé stante (s...

Dejà vu - Dejà vecu

Da due secoli, il fenomeno del "déjà-vu" affascina il mondo della scienza ed è stato oggetto di numerose interpretazioni, dalle più strampalate, che gli attribu...

News Letters

0
condivisioni