Pubblicità

Genitori in lutto rischiano una morte prematura

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 677 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

I lutti, di qualsiasi natura siano, sono sempre un avvenimento spiacevole. Spesso poi, sono così potenti da distruggere l’integrità psicologica e anche fisica di chi lo subisce: è il caso delle morti che riguardano i propri figli.
Secondo uno studio dell’Università di York (Uk) i genitori che soffrono la perdita prematura di un figlio, specie se questa avviene entro i primi 12 mesi di vita, sono più soggetti a una morte altrettanto prematura.

 

 

Il rischio, secondo gli scienziati, aumenta di 4 volte, e i soggetti colpiti da questo tipo di lutto, che non riescono a superarlo. sono più inclini a morire entro dieci anni dall’avvenimento.
«Si pensa comunemente che le persone che perdono il proprio partner spesso muoiono prima del previsto, comunemente indicato come ”morire di crepacuore”. Adesso sembra che questo valga allo stesso modo per chi perde un figlio in tenera età», spiega il dottor Mairi Harper, autore principale dello studio.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Depressione post-partum (depre…

La depressione post-partum è un disturbo dell’umore che ha inizio entro le prime quattro settimane successive al parto. Se nella maggior parte dei casi la ge...

Akinetopsia

L'akinetopsia o achinetopsia è un deficit selettivo della percezione visiva del movimento. I pazienti con questo deficit riferiscono di vedere gli oggetti in...

News Letters

0
condivisioni