Pubblicità

Giovani, alcol e droghe

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 732 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Giovani e adulti che abusano di droga e alcol presentano frequentemente un incremento delle proprie problematiche psicologiche, come rileva un nuovo studio condotto da ricercatori della Mount Sinai School of Medicine di New York.

La ricerca, che ha coinvolto circa 700 giovani di età compresa tra i 14 ed i 27anni, è stata condotta per un lungo periodo di tempo (le rilevazioni si sono prolungate per circa 14 anni sul campione di soggetti di partenza) giungendo alla conclusione che l’abuso di alcol e droghe varie è significativamente associato con la presenza di disturbi psicologici e psichiatrici. Lo studio ha anche sollevato la questione della precedenza temporale dei fenomeni di abuso o delle problematiche psicologiche: sono cioè gli abusi di alcol e droga solitamente secondari e conseguenti alla presenza di un preesistente disagio psicologico, oppure al contrario è il malessere psichico che segue l’assunzione di queste sostanze?

I risultati della ricerca, pubblicati nell’ultimo numero di Novembre della rivista Archives of General Psychiatry, mostrano come l’abuso costante di droghe (dalla marijuana alle droghe pesanti) e di alcol durante l’adolescenza e la prima età adulta sia associata con episodi ricorrenti di alcune patologie specifiche, per esempio la depressione maggiore.

“A volte sono i genitori – dice il dott. Michael Nuccitelli, responsabile dell’SLSHealth, un centro di riabilitazione per giovani con problemi di alcol e tossicodipendenze a Brewster, nei dintorni di New York - .. più spesso i coetanei ed in genere l’ambiente circostante che minimizzano l’abuso di droghe e il ricorso all’alcol, ciò che rende difficile l’intervento preventivo in questi casi in quanto si crea una sorta di socializzazione basata sul consumo comune di certe sostanze”.

(Tratto da: Teen Substance Abuse Could Increase Psychological Woes - HealthScout – Nov.12, 2002)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Anomia

L' anomia è un deficit specifico della denominazione di oggetti, presente in diversi gradi nell' Afasia, mentre le altre componenti del linguaggio risultan...

News Letters

0
condivisioni