Pubblicità

Giovani diabetici, poco sonno = brutti comportamenti

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 333 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Scarso rendimento scolastico e disturbi del comportamento, ecco ciò che pare accada ai giovani - bambini e ragazzi - affetti da diabete e che non dormono bene, o a sufficienza, la notte.
Il diabete giovanile non è di certo semplice da gestire; in più si aggiungono diverse complicazioni legate alla mancanza di sonno e problemi di respirazione – che a lungo andare possono sfasare il controllo degli zuccheri nel sangue.

 

 

E questo, ahimè, avviene nonostante un diabetico faccia di tutto per seguire le linee guida designate per questo genere di patologie.
Secondo la dottoressa Michelle Perfect, ricercatrice principale dello studio in questione, «Nonostante vengano seguite tutte le raccomandazioni per mantenere una buona salute nel diabetico, i giovani ragazzi con diabete di tipo 1 hanno difficoltà a mantenere il controllo dei loro zuccheri nel sangue».
L’idea che vi sia una correlazione tra diabete, sonno e comportamento è nata dopo aver monitorato lo stato di salute e del sonno di oltre 50 diabetici di tipo 1, di età compresa fra i 10 e i 16 anni.

 

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Compagno con attacchi di rabbi…

Chiara, 41     Sono Chiara ho 41 anni e sono incinta del mio primo figlio al quinto mese, ho sposato il mio compagno un mese fa, stiamo insieme d...

Bambina 10 anni e morte del no…

ELI, 43     Buongiorno, sono mamma di una bambina di 10 anni molto vivace intelligente e matura e al tempo stesso molto sensibile e ansiosa. ...

Cattivo rapporto con i genitor…

Fatina, 17     Da 4 mesi a questa parte non riesco più a stare bene, sia mentalmente che fisicamente. ...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Folie à deux

La folie à deux è un disturbo psicotico condiviso, ossia una “follia simultanea in due persone”.  Essa è una psicosi reattiva che insorge in modo simultane...

La sindrome di Alice nel Paese…

Disturbo neurologico  che colpisce la percezione visiva, associato a  emicrania, crisi epilettiche o sostanze stupefacenti. La sindrome di Alice nel ...

Paura

La paura è quell’emozione primaria di difesa, consistente in un senso di insicurezza, di smarrimento e di ansia, di fronte ad un pericolo reale o immaginario, o...

News Letters

0
condivisioni