Pubblicità

Giovani e alcol, meglio i genitori «proibizionisti»

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 484 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

MILANO – Molto meglio bandire completamente l'alcol dalla vita degli adolescenti che consentire loro di bere qualche sorso sotto l'occhio vigile di mamma e papà. Essere più morbidi e permissivi, magari con l'intento di insegnare a bere in maniera responsabile, in realtà aumenta il rischio di abuso. A dirlo sono i ricercatori dell'università del Minnesota che, con un nuovo studio pubblicato sul Journal of Studies on Alcohol and Drugs, sembrano proclamare la vittoria del “genitore-proibizionista” sul “genitore-amico”.

 

DUE SCUOLE DI PENSIERO – Quando si parla di giovani e alcol, in genere si scontrano due scuole di pensiero. Da un lato ci sono i genitori che scelgono la “tolleranza zero”, mentre dall'altro ci sono quelli che pensano che se il figlio deve proprio bere, allora è meglio che lo faccia a casa sotto il loro controllo. Per capire quale delle due strategie fosse quella vincente, i ricercatori del Minnesota hanno messo a confronto giovani americani e australiani, agli antipodi per quanto riguarda l'educazione al consumo di alcol: mentre per i primi vige il divieto assoluto di acquistare e consumare alcolici fino ai 21 anni, per gli altri la vita è un po' più facile.

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

MARITO DEPRESSO DA 3 MESI [159…

blu, 43 anni Buongiorno, non riesco a capire come poter aiutare mio marito che oramai sono 3 mesi che è depresso soprattutto la mattina appena sveglio e l...

Consulenza [1599577765688]

Bice84, 36 anni Salve, volevo chiederle un'informazione riguardo alcuni comportamenti di mio marito. ...

Ansia che causa senso di vomi…

1234, 20 anni Salve, è da qualche mese che certe situazioni come esami orali, uscite con ragazze e in alcuni casi feste/discoteche mi causano, prima di in...

Area Professionale

Considerazioni teoriche sulla …

In letteratura sono presenti diverse teorie sulle cause sottostanti l'abuso e la violenza domestica. Queste includono teorie psicologiche che considerano i trat...

La relazione gene-ambiente nel…

Fra gli scienziati è in corso un importante dibattito sui nuovi modelli che esaminano il ruolo combinato dei geni e dell'ambiente nell'evoluzione della schizofr...

Marketing e comunicazione nel …

I social media ed internet hanno modificato il modo di comunicare di milioni di persone. Di conseguenza è cambiato anche il modo di fare marketing ed è import...

Le parole della Psicologia

Anedonia

Il termine anedonia venne coniato da Ribot nel 1897  e descrive l’assoluta incapacità nel provare piacere, anche in presenza di attività normalmente piacev...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

Insonnia

L'insonnia è un disturbo caratterizzato dall'incapacità di prendere sonno, nonostante ce ne sia il reale bisogno fisiologico. ...

News Letters

0
condivisioni