Pubblicità

Gli effetti del coma zuccherino sulle prestazioni cognitive

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2971 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Un nuovo studio suggerisce che il "coma zuccherino" è reale - l'ingestione di glucosio porta a prestazioni cognitive peggiori.

coma zuccherinoAlcuni scienziati in Nuova Zelanda hanno trovato prove preliminari che gli zuccheri semplici come il glucosio possono compromettere le prestazioni cognitive.

Tale studio in doppio cieco (un esperimento in cieco o in doppio cieco è in termini figurativi un modo per definire un esperimento scientifico dove viene impedito ad alcune delle persone coinvolte di conoscere informazioni che potrebbero portare a effetti di aspettativa consci o inconsci, così da invalidarne i risultati. Il doppio cieco si può prospettare quando vi siano coinvolti, oltre agli sperimentatori, altri soggetti coscienti, tipicamente esseri umani - Fonte: Wikipedia ) , controllato con placebo ha rilevato che i dolcificanti contenenti glucosio erano collegati a tempi ridotti di attenzione e di risposta.

La ricerca è stata recentemente pubblicata online sulla rivista scientifica Physiology & Behaviour.

"Sono affascinato dal modo in cui i nostri sensi influenzano il nostro comportamento e influenzano la nostra vita quotidiana", ha detto l'autore dello studio Mei Peng, docente di scienze sensoriali all'Università di Otago.

Pubblicità

"In particolare, il modo in cui il consumo di zucchero potrebbe cambiare il modo in cui funziona il nostro cervello. Nel caso della percezione della dolcezza, ci siamo evoluti per favorire questo gusto ".

Ricerche precedenti sull'ingestione di glucosio l'hanno collegata a migliori prestazioni di memoria. Ma studi che hanno esaminato l'effetto del glucosio su altri processi cognitivi hanno portato a risultati contrastanti.

Nell'ultimo studio, 49 persone hanno consumato bevande zuccherate contenenti glucosio, saccarosio (zucchero da tavola), fruttosio (zucchero della frutta) o sucralosio (un dolcificante artificiale) prima di completare tre test cognitivi. I tre test consistevano in un compito semplice da risolvere in un determinato tempo di risposta, una misura dell'elaborazione aritmetica ed un'attività Stroop (un esempio di variazione nei tempi di reazione durante l'esecuzione di uno specifico compito - Fonte: Wikipedia).

I ricercatori hanno anche misurato i livelli di glucosio nel sangue dei partecipanti durante il test.

Hanno quindi, scoperto che i partecipanti che avevano consumato glucosio o saccarosio tendevano a peggiorare nei test cognitivi rispetto a quelli che avevano consumato fruttosio o sucralosio.

Il corpo umano converte il saccarosio in glucosio e fruttosio. Ma a differenza del glucosio, il fruttosio non attraversa la barriera emato-encefalica.

"Il presente studio suggerisce che il 'coma da zucchero' - per quanto riguarda il glucosio - è davvero un fenomeno reale, dove i livelli di attenzione sembrano diminuire dopo il consumo di zucchero contenente glucosio", ha riferito Peng.

Questo effetto è stato amplificato tra i partecipanti che avevano digiunato per 10 ore prima dello studio.

"Mentre la dimensione del campione è relativamente piccola, l'effetto che osserviamo è sostanziale", ha continuato Peng. "La ricerca futura dovrebbe inoltre quantificare in che modo le diverse regioni del cervello si modificano dopo il consumo di zucchero, utilizzando tecniche di neuroimaging. Questo ci aiuterà a capire meglio come si presentano i deficit di attenzione dopo il consumo di glucosio ".

"Poiché il cibo sta diventando sempre più vario, accessibile e delizioso, è importante condurre più ricerche in questo settore per comprendere le scelte alimentari e i comportamenti alimentari", ha aggiunto.

Lo studio, <<L'effetto "dolce ": valutazioni comparative degli zuccheri alimentari sulla performance cognitiva>>, è stato scritto da Rachel Ginieis, Elizabeth A. Franz e Indrawati Oey.

 

Tratto da Psy Post

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa EmanuelaTorrente)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: prestazioni cognitive news di psicologia coma zuccherino; zuccheri; glucosio; zucchero;

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Io

"Nella sua veste di elemento di confine l'Io vorrebbe farsi mediatore fra il mondo e l'Es, rendendo l'Es docile nei confronti del mondo e facendo, con la propria attività muscolare, il mondo idoneo...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Pediofobia

La pediofobia è definita come una paura persistente, incontrollata e ingiustificata nei confronti di bambole e burattini. Da sempre infatti le bambole sono usa...

Narcisismo

La parola "narcisismo" proviene dal mito greco di Narciso. Secondo il mito Narciso era un bel giovane che rifiutò l'amore della ninfa Eco. Come punizione, fu d...

Dipendenza

La dipendenza è una condizione di bisogno incoercibile di uno specifico comportamento o di una determinata sostanza (stupefacenti, farmaci, alcol, shopping, Int...

News Letters

0
condivisioni