Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Gli ormoni possono alterare i geni correlati all'autismo?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 663 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (11 Voti)

Una nuova ricerca ha evidenziato come alcuni ormoni maschili, gli androgeni, possono alterare i geni correlati all'autismo già durante la gestazione e successivamente nelle prime fasi dello sviluppo.

autismo_androgeniUn nuovo studio francese potrebbe far luce su perché il disturbo dello spettro autistico (ASD) colpisce i maschi circa quattro volte di più delle femmine.

I ricercatori hanno scoperto che l'esposizione agli androgeni (ormoni maschili) durante lo sviluppo precoce del cervello fetale altera determinati geni legati all'autismo.

I risultati, pubblicati sulla rivista Biological Psychiatry, potrebbero indicare una predisposizione nei maschi, piuttosto che un effetto protettivo nelle femmine.

Pubblicità

Studiandole le cellule umane maschili, i ricercatori dell'Università di Strasburgo hanno identificato i geni chiave che sono entrambi regolati dal testosterone e contribuiscono inoltre al rischio della sindrome dello spettro autistico (ASD). I risultati offrono informazioni essenziali su come gli ormoni maschili possono essere collegati all'aumentata suscettibilità maschile all'ASD.

I feti maschi producono ormoni androgeni durante le fasi critiche dello sviluppo cerebrale quando le cellule si dividono e si sviluppano in neuroni. Lo studio ha scoperto che gli androgeni aumentano la diffusione delle cellule e prevengono la loro morte, ciò potrebbe predisporre i ragazzi all'ASD in quanto questi ormoni tenderebbero a contribuire alla crescita eccessiva del cervello che si verifica nelle persone con ASD durante i primi anni di vita.

"Capire i meccanismi della preponderanza maschile per l'autismo potrebbe aiutare a "svelare" importanti meccanismi che contribuiscono al rischio per l’autismo ", ha detto il dott. John Krystal, direttore di Biological Psychiatry. Identificare il ruolo degli androgeni nel rischio di ASD potrebbe essere importante per la prevenzione e lo sviluppo di potenziali trattamenti.

Per lo studio, gli autori co-senior Jean-Louis Mandel, M.D., Ph.D. e Amélie Piton, Ph.D., e colleghi hanno usato cellule staminali neurali pluripotenti umane per modellare le cellule che generano i neuroni durante lo sviluppo del cervello.

Il trattamento con il metabolita del testosterone DHT ha portato a piccoli cambiamenti nell'espressione di circa 200 geni, molti dei quali sono stati precedentemente collegati all'ASD. Alcuni dei geni più colpiti dal trattamento DHT includevano NRCAM, che è stata collegata alle anormalità e ai sintomi del cervello nell'ASD e al FAM107A, che è aumentato nelle persone con ASD. Anche l’FAM107A ha giocato un ruolo nella capacità dell'androgeno di aumentare il numero di cellule del cervello.

"Questi effetti degli ormoni maschili possono quindi contribuire all'aumentata sensibilità del cervello maschile a sviluppare l'ASD quando sono esposti anche ad altri fattori genetici o ambientali", ha detto Piton, suggerendo che la spiegazione biologica dello squilibrio di genere nell'ASD indica una predisposizione nei maschi, piuttosto che un effetto protettivo nelle femmine.

Oltre a fornire un indizio sullo squilibrio di genere nell'ASD, Piton ha riferitoo che l'elenco dei geni alterati dagli androgeni nello studio potrebbe essere utile per identificare nuovi geni che potrebbero essere coinvolti nell'ASD o in altre malattie che tendono a verificarsi più spesso nei maschi.

 

Tratto da Psych Central

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: autismo cervello news di psicologia androgeni

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Distacco dai genitori (1526380…

Alice, 25     Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni che lavora. Ho un fidanzato e per fine anno vorremmo andare a convivere. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un og...

Schema corporeo

  Il termine schema corporeo definisce una rappresentazione cognitiva inconsapevole della posizione e dell'estensione del corpo nello spazio e dell'organi...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

News Letters

0
condivisioni