Pubblicità

Gli ormoni possono alterare i geni correlati all'autismo?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 2523 volte

4.7142857142857 1 1 1 1 1 Votazione 4.71 (14 Voti)

Una nuova ricerca ha evidenziato come alcuni ormoni maschili, gli androgeni, possono alterare i geni correlati all'autismo già durante la gestazione e successivamente nelle prime fasi dello sviluppo.

autismo_androgeniUn nuovo studio francese potrebbe far luce su perché il disturbo dello spettro autistico (ASD) colpisce i maschi circa quattro volte di più delle femmine.

I ricercatori hanno scoperto che l'esposizione agli androgeni (ormoni maschili) durante lo sviluppo precoce del cervello fetale altera determinati geni legati all'autismo.

I risultati, pubblicati sulla rivista Biological Psychiatry, potrebbero indicare una predisposizione nei maschi, piuttosto che un effetto protettivo nelle femmine.

Pubblicità

Studiandole le cellule umane maschili, i ricercatori dell'Università di Strasburgo hanno identificato i geni chiave che sono entrambi regolati dal testosterone e contribuiscono inoltre al rischio della sindrome dello spettro autistico (ASD). I risultati offrono informazioni essenziali su come gli ormoni maschili possono essere collegati all'aumentata suscettibilità maschile all'ASD.

I feti maschi producono ormoni androgeni durante le fasi critiche dello sviluppo cerebrale quando le cellule si dividono e si sviluppano in neuroni. Lo studio ha scoperto che gli androgeni aumentano la diffusione delle cellule e prevengono la loro morte, ciò potrebbe predisporre i ragazzi all'ASD in quanto questi ormoni tenderebbero a contribuire alla crescita eccessiva del cervello che si verifica nelle persone con ASD durante i primi anni di vita.

"Capire i meccanismi della preponderanza maschile per l'autismo potrebbe aiutare a "svelare" importanti meccanismi che contribuiscono al rischio per l’autismo ", ha detto il dott. John Krystal, direttore di Biological Psychiatry. Identificare il ruolo degli androgeni nel rischio di ASD potrebbe essere importante per la prevenzione e lo sviluppo di potenziali trattamenti.

Per lo studio, gli autori co-senior Jean-Louis Mandel, M.D., Ph.D. e Amélie Piton, Ph.D., e colleghi hanno usato cellule staminali neurali pluripotenti umane per modellare le cellule che generano i neuroni durante lo sviluppo del cervello.

Il trattamento con il metabolita del testosterone DHT ha portato a piccoli cambiamenti nell'espressione di circa 200 geni, molti dei quali sono stati precedentemente collegati all'ASD. Alcuni dei geni più colpiti dal trattamento DHT includevano NRCAM, che è stata collegata alle anormalità e ai sintomi del cervello nell'ASD e al FAM107A, che è aumentato nelle persone con ASD. Anche l’FAM107A ha giocato un ruolo nella capacità dell'androgeno di aumentare il numero di cellule del cervello.

"Questi effetti degli ormoni maschili possono quindi contribuire all'aumentata sensibilità del cervello maschile a sviluppare l'ASD quando sono esposti anche ad altri fattori genetici o ambientali", ha detto Piton, suggerendo che la spiegazione biologica dello squilibrio di genere nell'ASD indica una predisposizione nei maschi, piuttosto che un effetto protettivo nelle femmine.

Oltre a fornire un indizio sullo squilibrio di genere nell'ASD, Piton ha riferitoo che l'elenco dei geni alterati dagli androgeni nello studio potrebbe essere utile per identificare nuovi geni che potrebbero essere coinvolti nell'ASD o in altre malattie che tendono a verificarsi più spesso nei maschi.

 

Tratto da Psych Central

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Emanuela Torrente)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: autismo cervello news di psicologia androgeni

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. L...

Neuropsicologia

“L’importanza teorica della neuropsicologia sta nel fatto che essa permette di avvicinarsi maggiormente all’analisi della natura e delle struttura interna dei p...

News Letters

0
condivisioni