Pubblicità

Gli uomini, in ufficio, flirtano per frustrazione e noia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 513 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Magari ci si è illusi di essere attraenti, di avere un certo ascendente o sex-appeal… e invece era solo per scarsa soddisfazione di sé e per il proprio lavoro che il lui di turno si è sprecato in complimenti e attenzioni. Mirava, se così si può dire, a scacciare il senso di frustrazione e la noia; quella che l’assale quando è in ufficio e che, con tutta probabilità, accompagna la sua vita di tutti i giorni.
Attenzione quindi a lasciarci le penne o, meglio, il cuore a farsi coinvolgere in una storia con questo genere di individuo.

Un genere che a quanto pare è assai diffuso – questo, per lo meno, secondo un nuovo studio a opera dei ricercatori dell’Università del Surrey (Uk).
Il dottor Chadi Moussa, quando ha presentato i risultati della sua indagine alla conferenza della British Psychological Society sulla psicologia delle donne, ha sottolineato, per chi avesse delle velleità, che le sue scoperte suggeriscono che i flirt tra i dipendenti anzitutto non li rende più soddisfatti né migliora le loro performance.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Marito assente (156491757332)

  sossie, 50 Sono sposata da 25 anni ed ho due splendidi ragazzi di 15 e 11 anni. 10 anni fa dopo la nascita del secondo figlio mio marito di anni 50...

Carla (1564835062431)

  carla, 30 Buongiorno, vi scrivo perché sto veramente male, sono fidanzata da 3 anni col il mio compagno con cui ho avuto una bambina pochi mesi fa ...

Relazione a distanza (15648262…

sara, 22 Salve, avrei un problema che mi blocca da giorni e vorrei un consiglio. Io e il mio ragazzo abbiamo una relazione a distanza da circa un anno (io it...

Area Professionale

Articolo 30 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.30 (compenso professionale), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo se...

Articolo 29 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.29 (uso presidi), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settimana spi...

Articolo 28 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.28 (vita privata e vita professionale) prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settiman...

Le parole della Psicologia

Belonefobia

La belonefobia è definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata degli aghi e gli spilli, conosciuta anche come aicmofobia o aichmofobia. ...

Identificazione

L’identificazione è quel processo psicologico, attraverso il quale un individuo assume una o più caratteristiche di un altro soggetto, modificandosi parzialme...

Emetofobia

Dal greco emein che significa "un atto o un'istanza di vomito" e fobia, ovvero "un esagerato solito inspiegabile e illogico timore di un particolare oggetto,&nb...

News Letters

0
condivisioni