Pubblicità

Gli uomini, in ufficio, flirtano per frustrazione e noia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 811 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Magari ci si è illusi di essere attraenti, di avere un certo ascendente o sex-appeal… e invece era solo per scarsa soddisfazione di sé e per il proprio lavoro che il lui di turno si è sprecato in complimenti e attenzioni. Mirava, se così si può dire, a scacciare il senso di frustrazione e la noia; quella che l’assale quando è in ufficio e che, con tutta probabilità, accompagna la sua vita di tutti i giorni.
Attenzione quindi a lasciarci le penne o, meglio, il cuore a farsi coinvolgere in una storia con questo genere di individuo.

Un genere che a quanto pare è assai diffuso – questo, per lo meno, secondo un nuovo studio a opera dei ricercatori dell’Università del Surrey (Uk).
Il dottor Chadi Moussa, quando ha presentato i risultati della sua indagine alla conferenza della British Psychological Society sulla psicologia delle donne, ha sottolineato, per chi avesse delle velleità, che le sue scoperte suggeriscono che i flirt tra i dipendenti anzitutto non li rende più soddisfatti né migliora le loro performance.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Due mondi diversi [16092338958…

  Morfea23, 21 anni     Da circa 4 mesi sto con un ragazzo totalmente  opposto al mondo in cui da sempre vivo, per situazione famil...

Autostima? [161290462495]

    Buonasera! vi scrivo perche' alla soglia dei 50 anni mi rendo conto di non aver mai portato a termine i molti progetti professionali e pers...

Genitori separati [16127752256…

Lalli, 57 anni     Buongiorno, spiego in breve la mia situazione, sono divorziata e convivo con mio figlio ed il mio compagno da 5 anni, il mio ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

News Letters

0
condivisioni