Pubblicità

Gli uomini, in ufficio, flirtano per frustrazione e noia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 780 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Magari ci si è illusi di essere attraenti, di avere un certo ascendente o sex-appeal… e invece era solo per scarsa soddisfazione di sé e per il proprio lavoro che il lui di turno si è sprecato in complimenti e attenzioni. Mirava, se così si può dire, a scacciare il senso di frustrazione e la noia; quella che l’assale quando è in ufficio e che, con tutta probabilità, accompagna la sua vita di tutti i giorni.
Attenzione quindi a lasciarci le penne o, meglio, il cuore a farsi coinvolgere in una storia con questo genere di individuo.

Un genere che a quanto pare è assai diffuso – questo, per lo meno, secondo un nuovo studio a opera dei ricercatori dell’Università del Surrey (Uk).
Il dottor Chadi Moussa, quando ha presentato i risultati della sua indagine alla conferenza della British Psychological Society sulla psicologia delle donne, ha sottolineato, per chi avesse delle velleità, che le sue scoperte suggeriscono che i flirt tra i dipendenti anzitutto non li rende più soddisfatti né migliora le loro performance.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di una pato...

Agorafobia

Il termine agorafobia viene dal greco e letteralmente significa: "paura degli spazi aperti”. Le persone che ne soffrono temono perciò lo spazio esterno, vissuto...

Atassia

L’atassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti che deriva da un deficit del controllo sensitivo. ...

News Letters

0
condivisioni