Pubblicità

Guardare per più di tre ore la tv da piccoli porta a problemi di apprendimento

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 288 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli adolescenti che guardano la televisione per almeno tre ore al giorno potrebbero avere difficoltà di apprendimento e di attenzione, anche nei primi anni dell'età adulta. A dirlo, uno studio pubblicato sulla rivista Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine e condotto dalla Columbia University College of Physicians and Surgeons e dal New York State Psychiatric Institute.

I bambini dei paesi industrializzati passano in media due o più ore al giorno davanti alla tv, e in più del 90 per cento dei casi i programmi guardati riguardano l'intrattenimento. Secondo i ricercatori, i programmi di intrattenimento potrebbero causare problemi di apprendimento perché sottraggono tempo alla lettura e ai compiti e comportano sforzi intellettuali molto piccoli, oltre a contribuire al disinteresse per la scuola.

Tratto da "cittàdellascienza.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Effetto Zeigarnik

L’effetto Zeigarnik è uno stato mentale di tensione causato da un compito non portato a termine. L'effetto Zeigarnik descrive come la mente umana ha più faci...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

News Letters

0
condivisioni