Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Guidare al mattino? Stimola la creatività

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1030 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Stare al volante stimola la creatività. A rivelarlo è un'indagine svolta dagli psicologi del Polo Psicodinamiche di Prato su un campione di 560 guidatori, fra uomini a donne, di età compresa fra i 25 e i 65 anni. Smentendo studi precedenti che attribuivano alla guida elementi negativi e di perdita di concentrazione guidare incentiverebbe piuttosto la creatività e favorirebbe l'elaborazione di nuove e brillanti idee.

In quale momento della giornata? Gli intervistati non hanno dubbi: è specialmente alle prime ore del mattino quando il traffico di inizio giornata impone necessariamente al cervello di mettersi in moto più in fretta, che impugnare lo sterzo stimola positivamente i neuroni, opzione scelta dalla maggioranza (51%) del panel.

Per il 23%, invece, il momento migliore è sicuramente dopo la pausa pranzo, così da favorire attraverso la guida un graduale ritorno a livelli più elevati di attenzione. Nettamente in minoranza, infine, quelli che invece si dicono convinti che gli effetti positivi della guida sulla psiche si manifestino soprattutto di sera (10%), di pari passo con il rilassamento di fine giornata, piuttosto che di pomeriggio (9%) o a notte fonda (7%), complice il silenzio e la tranquillità delle strade.

Ma perché la creatività al volante ha un picco proprio nelle ore mattutine? Secondo il 35% degli interpellati guidare prima di andare in ufficio fa venire nuove idee per risolvere problemi; per il 24% una seduta al volante aiuta a sciogliere nodi rimasti insoluti la sera prima; il 16% approfitta invece del tempo passato alla guida per pianificare la giornata lavorativa da affrontare, mentre il 14% confessa di utilizzare proprio quel lasso di tempo per fare, ovviamente con l'ausilio degli auricolari, le telefonate più impegnative della giornata. Per il 11% del campione, infine, la guida mattutina è il momento migliore per rielaborare e riordinare mentalmente i contenuti di relazioni o presentazioni da illustrare.

 

Tratto da: "repubblica.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo



0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Amore Bordeline? (153355779047…

Lory, 52     Ho lasciato il mio compagno da un mese, la nostra relazione avrebbe compiuto due anni a breve. ...

Ragazzo fuori controllo (15335…

Giusy, 19     Buongiorno, sono una ragazza di 19 anni e sono fidanzata da 3 anni con un ragazzo di 22 anni. Nei primi due anni della nostra relaz...

Ritorno di ansia e attacchi di…

Misterok88, 30     Salve! Vi prego di aiutarmi. Ho un problema che pensavo di aver risolto ma da un po' di giorni a questa parte sono di nuovo da...

Area Professionale

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Il Test del villaggio e l’orga…

Il Test del Villaggio è uno strumento psicodiagnostico che può avere un’ampia rilevanza all’interno del setting clinico tra terapeuta e paziente approfondendone...

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Le parole della Psicologia

Disturbo schizotipico di perso…

Disturbo di personalità  caratterizzato da  isolamento sociale, comportamento insolito e bizzarro,  “stranezze del pensiero.” Il Disturbo schizo...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

Noia

È  uno stato psicologico ed esistenziale di insoddisfazione, temporanea o duratura, nata dall'assenza di azione, dall'ozio o dall'essere impegnato in un'at...

News Letters

0
condivisioni