Pubblicità

Hearts divide over marital therapy

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 335 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Couples who are trying to patch up a troubled union often turn to counseling as a last-ditch effort to keep the marriage intact. That's what marital therapy is all about, right?

Not necessarily. Most couples probably don't know that there is a long-standing debate among practitioners over whether therapists should actively try to save a marriage or whether they should remain neutral and treat the couple as two individuals for whom divorce possibly could be the best outcome.

William Doherty, a veteran marriage and family therapist at the University of Minnesota, is among those who take the marriage-saving view. He believes therapists have been too neutral, particularly since the 1970s, and have focused on the individual. He blames the period for the trend that he believes has rendered therapists so neutral that they are sabotaging marriages.

He also is among those who say that too many therapists aren't sufficiently trained to counsel couples and that the profession isn't regulated consistently, so consumers don't really know what they are getting.

So this week, Doherty is launching a therapist-finder registry called the National Registry of Marriage Friendly Therapists (www.marriagefriendlytherapists.com). It is designed to weed out those whose skills don't meet his standards. And his list will include only therapists who sign a values statement supporting marriage and vowing to seek consultation if the therapist believes the couple is moving toward a premature divorce.

"The registry is about training and competence and about values, because most couples assume the therapist is pro-marriage, but many therapists feel they have to be neutral," he says. "The values thing comes into play when there seems to be a discrepancy between somebody's personal happiness and their commitment to the marriage."

tratto da APA.org - prosegui nella lettura dell'articolo

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Difficoltà nei rapporti sessua…

Emilio, 20     Salve, sono Emilio, ho 20 anni. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

Illusioni

Il termine illusione (dal latino illusio, derivato di illudere, "deridere, farsi beffe") indica, in genere, quelle percezioni reali, falsate dall'intervento di ...

Castrazione (complesso di)

Insieme di emozioni, sentimenti e immagini inconsce fissate nell’adulto che non ha superato l’angoscia di castrazione. La riattivazione di questa paura repres...

News Letters

0
condivisioni