Pubblicità

I bambini in sovrappeso hanno una qualità della vita scadente

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 449 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il problema dei bambini obesi non sembra essere solo quello di non poter giocare con i loro coetanei ma, molto più concretamente, quella di avere una qualità della vita decisamente peggiore. Lo rivela uno studio recentemente pubblicato sul Journal of the American Medical Association. Il Dottor Jeffrey Schwimmer , pediatra e gastroenterologo dell'Università della California (S.Diego), ed i suoi collaboratori hanno somministrato a 106 bambini ed adolescenti obesi una serie di questionari trovando che hanno la tendenza ad accusare problemi e patologie ben 5 volte in più rispetto ai loro coetanei con una qualità della vita paragonabile a quella dei bambini colpiti da patologie tumorali. In particolare si rilevano problemi di tipo diabetico, alti livelli di colesterolo e lipidi associati spesso ad un incremento delle malattie cardiovascolari.

Ma anche in assenza di tali patologie fisiche, i bambini ed i loro genitori rivelano una cattiva qualità della vita. I bambini obesi, infatti, fanno più assenze a scuola e, comparati ai loro coetanei, hanno prestazioni scolastiche meno brillanti oltre che ad avere la tendenza a soffrire con più frequenza di forme depressive.

La maggior presenza di obesità è stata rilevata nei ragazzi Messicani-Americani e negli Ispanici in generale e la ricerca sottolinea come sia necessario intervenire velocemente ed efficacemente per modificare questo pericoloso quadro generale.

"Molte persone, incluso il personale sanitario, non si rendono conto che quello che loro percepiscono come un bambino "paffuto" potrebbe essere un bambino obeso e presentare problematiche e difficoltà maggiori rispetto a quelle dei suoi coetanei e che in tali casi è necessario intervenire subito piuttosto che aspettare che il tempo faccia miracoli" afferma il Dott. Schwimmer. "I bamabini obesi corrono il rischio di soffrire, da adulti, di patologie croniche invalidanti oltre che di marcati problematiche psicologiche quali carenza di autostima, depressione e difficoltà relazionali."

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Test di Rorschach

Test proiettivo che consente di tracciare un profilo di personalità attraverso le risposte verbali che un soggetto fornisce a una serie di stimoli ambigui. &...

Acalculia

L'acalculia è un deficit di calcolo mentale e scritto. Il termine acalculia è apparso per la prima volta nel 1925, proposto da Henschen, il quale la definì c...

Alcolismo

L'alcolismo si contraddistingue per l'incapacità di rinunciare ad assumere bevande alcoliche e ad autocontrollarne la quantità. L'alcolismo può essere talmen...

News Letters

0
condivisioni