Pubblicità

I bambini in sovrappeso hanno una qualità della vita scadente

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 438 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il problema dei bambini obesi non sembra essere solo quello di non poter giocare con i loro coetanei ma, molto più concretamente, quella di avere una qualità della vita decisamente peggiore. Lo rivela uno studio recentemente pubblicato sul Journal of the American Medical Association. Il Dottor Jeffrey Schwimmer , pediatra e gastroenterologo dell'Università della California (S.Diego), ed i suoi collaboratori hanno somministrato a 106 bambini ed adolescenti obesi una serie di questionari trovando che hanno la tendenza ad accusare problemi e patologie ben 5 volte in più rispetto ai loro coetanei con una qualità della vita paragonabile a quella dei bambini colpiti da patologie tumorali. In particolare si rilevano problemi di tipo diabetico, alti livelli di colesterolo e lipidi associati spesso ad un incremento delle malattie cardiovascolari.

Ma anche in assenza di tali patologie fisiche, i bambini ed i loro genitori rivelano una cattiva qualità della vita. I bambini obesi, infatti, fanno più assenze a scuola e, comparati ai loro coetanei, hanno prestazioni scolastiche meno brillanti oltre che ad avere la tendenza a soffrire con più frequenza di forme depressive.

La maggior presenza di obesità è stata rilevata nei ragazzi Messicani-Americani e negli Ispanici in generale e la ricerca sottolinea come sia necessario intervenire velocemente ed efficacemente per modificare questo pericoloso quadro generale.

"Molte persone, incluso il personale sanitario, non si rendono conto che quello che loro percepiscono come un bambino "paffuto" potrebbe essere un bambino obeso e presentare problematiche e difficoltà maggiori rispetto a quelle dei suoi coetanei e che in tali casi è necessario intervenire subito piuttosto che aspettare che il tempo faccia miracoli" afferma il Dott. Schwimmer. "I bamabini obesi corrono il rischio di soffrire, da adulti, di patologie croniche invalidanti oltre che di marcati problematiche psicologiche quali carenza di autostima, depressione e difficoltà relazionali."

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Religione e psicologia (154766…

Luca, 28     Buona sera, premetto che il mio quesito non riguarda strettamente un malessere mentale, ma comunque un interrogativo esistenziale ch...

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

News Letters

0
condivisioni