Pubblicità

I bambini iperattivi hanno un cervello più piccolo?

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 339 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La ricerca di anomalie cerebrali e difetti genetici che possano essere ritenuti responsabili delle patologie psicologiche e psichiatriche è un campo di studi in costante espansione nel mondo scientifico, soprattutto di quello ipertecnologizzato d’oltreoceano, anche a motivo dei progressi nella strumentazione medica, sempre più sofisticata, e della ricerca genetica. Alcuni ricercatori guidati dalla dott.ssa Judith Rapaport, psichiatra presso il National Institute of Mental Health, avrebbero rilevato che i bambini con disturbo iperattivo e deficit di attenzione presentano delle alterazioni cerebrali specifiche, come per es. un volume della massa cerebrale inferiore alla media oltre ad alcune deformazioni di piccole strutture all’interno del cervello.

In circa dieci anni di ricerche, la Rapaport ed i suoi colleghi , con l’impiego di tecniche di risonanza magnetica e di scansione elettronica hanno studiato l’anatomia cerebrale di oltre 300 tra bambini ed adolescenti, di età compresa tra i 5 ed i 18 anni, rilevando come nei soggetti con disturbo di iperattività la riduzione del volume cerebrale complessivo sia in media del 3-4% e come anche specifiche zone cerebrali, tra cui i lobi frontali, quelli temporali, i gangli della base ed il cervelletto, risultino meno sviluppati della norma.

“Questa riduzione di alcuni componenti della struttura cerebrale – dice la Rapaport – potrebbe giocare un ruolo importante nel produrre i noti fenomeni di iperattività, distraibilità ed impulsività che caratterizzano questo disturbo..Il minor volume di massa cerebrale, inoltre, sembra correlato ad altri dati di tipo genetico che sembrano delineare la presenza in questi casi di un chiaro fattore biologico predisponente..”.

tratto da:”ADHD Kids Have Smaller Brains” - United Press International – Oct.08, 2002

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

News Letters

0
condivisioni