Pubblicità

I benefici degli antidepressivi nei pazienti pediatrici sembrano maggiori dei rischi

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 265 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha emesso un warning riguardo all’uso dei farmaci antidepressivi per il significativo, seppur piccolo, aumento del rischio di ideazione suicidarla / tentativo di suicidio nei bambini e negli adolescenti. Uno studio ha valutato l’efficacia degli antidepressivi ed il rischio di ideazioni suicidarie / tentativi di suicidio associato a questi farmaci, nel trattamento del disturbo depressivo maggiore, il disturbo ossessivo-compulsivo ed i disturbi d’ansia non ossessivi-compulsivi, nei pazienti in età pediatrica.

I ricercatori hanno selezionato 27 studi clinici riguardanti il disturbo depressivo maggiore ( 15 ), ed il disturbo ossessivo-compulsivo ( 6 ) ed il disturbo d’ansia non ossessivo-compulsivo ( 6 ). I farmaci impiegati negli studi clinici erano: inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina, Nefazodone ( Serzone ), Venlafaxina ( Efexor / Effexor ) e Mirtazapina ( Remeron ).

Tratto da "Xagenasalute.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Articolo 11 - il Codice Deonto…

con l'art.11 proseguiamo su Psiconline.it, anche questa settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parm...

Le parole della Psicologia

Disturbi somatoformi

I Disturbi Somatoformi rappresentano una categoria all’interno della quale sono racchiuse entità cliniche caratterizzate dalla presenza di sintomi fisici non im...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters

0
condivisioni