Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

I consigli che potrebbero migliorare lo studio

on . Postato in News di psicologia

Suggerimenti che potrebbero rivoluzionare il tempo passato sui libri

studioQuali sono le tattiche "scientificamente provate" per ottimizzare il tempo sui libri e imparare in modo efficace?

Ecco dunque delle dritte scientifiche a misura di studente per ottimizzare le lunghe ore di studio che scandiranno l'anno scolastico.

Distribuisci lo studio nel tempo

Il cervello codifica con maggiore abilità le informazioni quando lavora senza sovraccarico. Comprimere tutto quello che c'è da imparare in una lunga e snervante sessione di 10 ore di studio non darà risultati grandiosi.
Piuttosto, meglio dividere le pagine da studiare in porzioni più piccole, per esempio 20 brevi sessioni da 30 minuti ciascuna, distribuite nell'arco di una o più settimane.

studia di giorno

Meglio organizzarsi prima e stabilire un orario diurno prefissato da dedicare allo studio: il cervello si abituerà facilmente a questa routine, che faciliterà la concentrazione. Una notte trascorsa sui libri rischia di danneggiare le capacità mnemoniche e di elaborazione per giorni successivi.

Non comprare l'evidenziatore

Rileggere più volte lo stesso paragrafo e sottolineare i passaggi chiave è una tecnica utilizzata da molti, ma non necessariamente vincente: alcuni esperti la ritengono controproducente perché rischia di focalizzare l'attenzione su informazioni poco rilevanti.
Bisognerebbe fare diagrammi, schemi, disegni per sintetizzare i concetti chiave, evitando così le sottolineature. Funzionano sia nelle ore dedicate allo studio, sia se abbozzati in altri contesti, come sull'autobus per andare a scuola o durante le pause.

Stabilisci il tuo obiettivo

Non deve essere un traguardo necessariamente ambizioso (ad esempio imparare l'intero programma di storia). Può trattarsi di un' abilità specifica (bilanciare le equazioni chimiche, imparare a coniugare i verbi francesi, studiare le regole di grammatica inglese): raggiungerla aumenterà la tua autostima e renderà le cose più facili.
Mentre persegui il tuo obiettivo, ricorda: se non riesci a spiegarlo con chiarezza, non l'hai capito abbastanza bene.

Studia come se dovessi insegnare

Quando è chiamato a insegnare il cervello codifica e organizza le informazioni in modo più chiaro e coerente.
In alcuni esperimenti scientifici è stato chiesto a due diversi gruppi di studenti di studiare alcuni passaggi di un testo. A un gruppo è stato detto che avrebbe dovuto superare un test, a un altro che avrebbe dovuto insegnare i concetti studiati. Nel secondo caso, i passaggi chiave sono stati memorizzati con più efficacia.

 

Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere ed acquistare i libri che parlano
di psicologia e psicoterapia?
Cercali su

logo psychostore

 

 

Tags: cervello studio obiettivo suggerimenti libri imparare capacità mnemoniche elaborazione insegnare

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problemi con la mia ragazza e …

Sabrina, 16                   Salve, sono una ragazza di 16 anni, impegnata da quasi un anno e mezzo i...

Signor (1497211992990)

bruno, 76             Ogni giorno mi sento depresso e sempre triste nella mia vita ho pero tutti mia madre e mia nonna gl...

Adolescente che non si acconte…

sara, 36                 Salve,Siamo una famiglia di stranieri che vive in italia da diverso tempo,qualche an...

Area Professionale

Approvato il documento dell’Or…

Discusso e approvato al Consiglio Nazionale dell’Ordine (riunitosi sabato 17 giugno) il Documento “Ruolo della Psicologia nei Livelli Essenziali di Assistenza” ...

Workshop: I Pericoli di Facebo…

Il giorno 24 maggio 2017, presso la sede di Pescara dell’Ordine degli Psicologi della Regione Abruzzo, si è svolto il primo dei due incontri dedicati alla Web R...

La psicosi: tra Jung, Freud e …

La psicosi è, in gran parte, il risultato di una diade soggetto-oggetto che è presenta nella mente dell’individuo psicotico. Questo signific...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

Controtransfert

“L’idea che il controtransfert rappresenti una creazione congiunta dell’analista e dell’analizzando riflette un movimento verso una conc...

News Letters