Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

I discorsi riguardo l'alcol che si trovano su Facebook favoriscono il bere?

on . Postato in News di psicologia | Letto 285 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

berePiù un utente di Facebook viene coinvolto nelle pagine o nei post che contengono riferimenti all’alcool –mettono “mi piace”, condividono o commentano –, più probabilmente questa persona considera la possibilità di bere alcol.

Come parte di uno studio della Michigan State University, a più di 400 partecipanti è stato chiesto come si sentivano dopo che avevano letto e risposto ad alcuni articoli su Facebook, che presentavano contenuti correlati all’alcol. I risultati: maggiore era il coinvolgimento di queste persone, più era probabile che loro volessero bere.

Ai soggetti della ricerca sono state mostrate tre pagine di Facebook, nelle quali c’erano, rispettivamente, un post di Facebook che pubblicizzava l’alcol, unito ad un’immagine che promuoveva l’attività del bere, un altro che era affiancato da un annuncio del servizio pubblico contro il bere e l’ultimo post, che era presentato con un annuncio che non riguardava il bere (ad esempio, un annuncio per una banca). Il gruppo di studiosi ha trovato che i partecipanti che erano interessati a mettere “mi piace”, condividere o commentare i messaggi che pubblicizzavano l’alcol mostravano intenzioni più grandi di consumarne. Questo era particolarmente vero quando il messaggio pubblicitario che vedevano aveva già ricevuto molti “mi piace” e numerose condivisioni da altri utenti di Facebook.

Secondo Saleem Alhabash, assistente professore di Pubblicità e Pubbliche Relazioni ed autore dello studio, quest’ultimo ha alcune serie implicazioni, in particolare per quel che riguarda il rapporto con l’alcol nella popolazione sotto i 21 anni. “Il contenuto dell’alcol è ovunque”, ha detto Alhabash. “I bevitori minorenni vedranno questi annunci, penseranno che sono eccezionali e poi metteranno “mi piace” o lo condivideranno. Loro interagiranno con esso e cominceranno a pensarci”. Infatti, sempre secondo questo ricercatore, le barriere per i minorenni nel vedere gli annunci online sull’alcol sono “minime”.

 

Tratto da: psypost.org

 


(Traduzione e riassunto a cura della dottoressa Alice Fusella)  

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia, depressione, paura (151…

klava, 20     Salve, mi chiamo Claudia, sono una studentessa universitaria. Ultimamente sto rivivendo un circolo vizioso dato (credo) dall'ansia ...

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

La Sindrome di Stendhal

Patologia  psicosomatica, caratterizzata  da un senso di malessere diffuso provato di fronte alla visione di opere d’arte di straordinaria bellezza. ...

Personalità

“Esistono bisogni emotivi primitivi, esistono bisogni di evitare la punizione e di conservare il favore del gruppo sociale, esistono bisogni di mantenere l’armo...

Misofonia

La misofonia, che letteralmente significa “odio per i suoni”,  è una forma di ridotta tolleranza al suono. Si ritiene possa essere un d...

News Letters