Pubblicità

I geni legati a bassa istruzione predicono criminalità

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1253 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Gli scienziati hanno trovato prove che un rischio genetico per bassi livelli di istruzione è associato alla probabilità di avere precedenti penali in età adulta.

geni 1Il nuovo studio, pubblicato su Psychological Science, fornisce la prova che alcune varianti genetiche sono vagamente legate ai comportamenti criminali.

Ma i risultati non significano che alcune persone sono destinate a una vita criminale solo a causa del loro DNA.

Pubblicità

"Sono interessato a scoprire perché alcune persone siano coinvolte in reati e comportamenti antisociali, mentre altri no", ha spiegato Jasmin Wertz, un borsista postdottorato alla Duke University e corrispondente autore dello studio.

"Il lavoro precedente mostra che sia "natura" che "educazione" contribuiscono alle differenze individuali nel comportamento antisociale. In questo studio abbiamo voluto dare un'occhiata più da vicino alle associazioni genetiche con il crimine, testando se una firma genetica precedentemente scoperta in uno studio sull'associazione genome-wide del livello di istruzione può anche prevedere la criminalità e, in tal caso, perché."

La ricerca precedente ha permesso agli scienziati di creare un "punteggio poligenico" per il livello di istruzione, che riassume gli effetti congiunti di specifiche varianti genetiche. Quelli con un punteggio inferiore tendono a completare meno anni di istruzione formale.

Wertz ei suoi colleghi hanno esaminato i dati raccolti in due studi longitudinali dal Regno Unito e dalla Nuova Zelanda: lo studio longitudinale E-Risk sui gemelli e lo studio Dunedin multidisciplinare sulla salute e lo sviluppo.

Hanno scoperto che gli individui con punteggi poligenici inferiori per i risultati scolastici avevano una probabilità leggermente maggiore di avere precedenti penali in età adulta. Questa associazione è rimasta anche dopo che i ricercatori hanno tenuto conto degli effetti della deprivazione socioeconomica e del comportamento antisociale dei genitori.

"Penso che ci siano tre aspetti principali: in primo luogo, le scoperte genetiche per i risultati scolastici non sono legate solo all'educazione. La stessa genetica prevede anche altri risultati importanti, come la criminalità", ha detto Wertz a PsyPost.

"In secondo luogo, gli effetti del punteggio genetico sul crimine erano piccoli. La maggior parte delle persone non riceverà mai precedenti penali, indipendentemente dal loro punteggio poligenico. Non è possibile prevedere con precisione chi diventerà un criminale in base alle nostre scoperte.

"In terzo luogo, le influenze genetiche che abbiamo esaminato sono diventate visibili come difficoltà comportamentali già nella prima parte della vita", ha detto Wertz. "Così, la genetica forma rischi comportamentali per il crimine che si manifestano molto prima che le differenze nel livello di istruzione si cristallizzino. Aiutare i bambini a sviluppare migliori capacità cognitive e di autocontrollo e migliorare le loro esperienze scolastiche può impedire che le influenze genetiche sulla criminalità si sviluppino".

Wertz e i suoi colleghi hanno anche scoperto che bassa capacità cognitiva, scarso autocontrollo, difficoltà accademiche e assenteismo, differenze collegate hanno parzialmente mediato l'associazione tra i punteggi poligenici per il livello di istruzione e il comportamento criminale.

In altre parole, questi fattori collegavano le differenze nel DNA con il successivo comportamento criminale dei partecipanti.

"La nostra comprensione del perché il punteggio poligenico sull'educazione sia associato al crimine (o qualsiasi altro risultato per quella materia) è ancora molto limitato", ha spiegato Wertz. "Abbiamo scoperto che le scarse abilità cognitive e di autocontrollo spiegavano parte dell'associazione, ma il percorso dai geni ai comportamenti è molto lungo e dobbiamo ancora comprendere appieno cosa succede nei corpi e nei cervelli delle persone con un punteggio poligenico basso o alto il quale potrebbe influenzare i loro comportamenti."

"Un'altra interessante domanda deriva dal fatto che il punteggio poligenico era associato agli ambienti criminogeni in cui le persone sono cresciute. Sebbene questo non spiegasse le nostre scoperte, è un'osservazione interessante di per sé perché offusca la separazione tra "natura" ed "educazione". Sarà interessante studiare ulteriormente come la natura e l'educazione si combinano per influenzare la vita delle persone".

Entrambi i fattori genetici e ambientali contribuiscono al comportamento criminale.

"Alcune persone pensano erroneamente che le influenze genetiche sul comportamento antisociale implichino che alcune persone nascono criminali. Tuttavia, questa interpretazione non è corretta per diversi motivi", ha detto Wertz.

"In primo luogo, anche se abbiamo scoperto che avere un punteggio poligenico basso per il rendimento scolastico aumentava il rischio di coinvolgere il crimine, anche tra individui con punteggi molto bassi la maggioranza non aveva precedenti penali."

"In secondo luogo, gli ambienti sono almeno altrettanto importanti delle influenze genetiche nello spiegare perché alcune persone si comportano in modo più antisociale di altri e, in terzo luogo, il rischio genetico opera attraverso comportamenti e caratteristiche che possono fornire obiettivi di intervento, come un basso autocontrollo e difficoltà accademiche", ha concluso Wertz.

Lo studio, "Genetics and Crime: Integrating New Genomic Discoveries Into Psychological Research About Antisocial Behavior", è stato scritto da J. Wertz, A. Caspi, DW Belsky, AL Beckley, L. Arseneault, JC Barnes, DL Corcoran, S. Hogan, RM Houts, N. Morgan, CL Odgers, JA Prinz, K. Sugden, BS Williams, R. Poulton e TE Moffitt.

 

Tratto da PsyPost

 

(Traduzione e adattamento a cura del Dottor Antonio Morgia)

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: livello di istruzione criminalità

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

E' esplosa la psicologia onlin…

In piena crisi mondiale da Coronavirus è improvvisamente esplosa la psicologia online. Su consiglio del CNOP e obbligati dalle circostanze, molti psicologi e ps...

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Le parole della Psicologia

Parafrenia

Sindrome psicotica, caratterizzata da vivaci allucinazioni (per lo più uditive, ma anche visive, tattili, olfattive, ecc.) e da idee deliranti, associate a di...

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

Disturbi di Personalità

Con il termine Personalità si intende l'insieme dei comportamenti di un individuo, il suo modo di percepire se stesso, gli altri e la realtà, il modo di reagire...

News Letters

0
condivisioni