Pubblicità

I nottambuli possono 'riqualificare' i loro orologi biologici per migliorare il benessere mentale e le prestazioni

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 897 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Un semplice aggiustamento dell'andamento del sonno dei 'nottambuli', persone con abitudini del sonno e della veglia tardive, potrebbe portare a significativi miglioramenti nei tempi di sonno/veglia, miglioramenti delle prestazioni al mattino, migliori abitudini alimentari e una diminuzione della depressione e dello stress.

nottambuli e prestazioni

Una nuova ricerca internazionale condotta dall'Universitiy of Birmingham e l'University of Surrey nel Regno Unito e dalla Monash University in Australia hanno dimostrato che, in un periodo di tre settimane, è stato possibile spostare il ritmo circadiano dei 'nottambuli' utilizzando interventi farmacologici e pratici.

Lo studio, recentemente pubblicato su Sleep Medicine, ha mostrato che i partecipanti erano in grado di anticipare i tempi di sonno/veglia di due ore, pur non avendo alcun effetto negativo sulla durata del sonno. Inoltre, i partecipanti hanno segnalato una diminuzione dei sentimenti di depressione e stress, oltre che della sonnolenza diurna.

"I nostri risultati della ricerca evidenziano la capacità di un semplice intervento non farmacologico di avanzare gradualmente per ridurre gli elementi negativi di salute mentale e sonnolenza, nonchè manipolare i picchi di prestazione nel mondo reale" ha affermato la dottoressa che ha guidato la ricerca, Elise Facer-Childs della Monash University's Turner Institute for Brain and Mental Health.

I 'nottambuli' sono individui il cui orologio biologico impone tempi di sonno e veglia più tardivi del solito". In questo studio i partecipanti hanno avuto un tempo medio di coricarsi intorno alle 2:30  e un risveglio intorno alle 10:15.

I disturbi del sistema sonno/veglia sono stati collegati a una serie di problemi di salute, tra cui sbalzi d'umore, aumento della morbilità e dei tassi di mortalità e diminuzione delle prestazioni cognitive e fisiche.

"Avere un ritmo cercadiano diverso ti mette in contrasto con i normali giorni della società, che può portare a una serie di esiti negativi: da sonnolenza diurna a un più povero benessere mentale,"  ha detto il co-autore della ricerca, il  Dr Andrew Bagshaw dell'University of Birmingham.

"Volevamo vedere se c'erano cose semplici che la gente poteva fare a casa per risolvere questo problema. Questo ha avuto successo, permettendo in media alle persone di dormire e svegliarsi circa due ore prima di quanto non facessero prima. La cosa più interessante è che questo è stato anche associato a miglioramenti nel benessere mentale e nella sonnolenza percepita, il che significa che è stato un risultato molto positivo. Ora dobbiamo capire come i modelli di sonno abituale sono collegati al cervello,  e come questo poi  si collega con il benessere mentale e se gli interventi portano a cambiamenti a lungo termine."

Pubblicità


Ventidue persone sane hanno partecipato allo studio. Per un periodo di tre settimane i partecipanti al gruppo sperimentale sono stati invitati a:

  • Svegliarsi 2-3 ore prima del normale orario di sveglia e massimizzare l'esposizione alla luce esterna durante le mattine;
  • Andare a letto 2-3 ore prima di coricarsi abitualmente e limitare l'esposizione alla luce la sera;
  • Mantenere gli orari di sonno/veglia fissati, sia nei giorni lavorativi che nei giorni liberi;
  • Fare colazione il prima possibile dopo il risveglio, pranzare alla stessa ora ogni giorno, e astenersi dal cenare dopo le 19.

I risultati hanno evidenziato un aumento delle prestazioni cognitive (tempo di reazione) e fisiche durante la mattinata, quando la stanchezza è spesso molto alta nei 'nottambuli', nonchè uno spostamento dei tempi di massima prestazione dalla sera al pomeriggio.

Ha anche aumentato il numero di giorni in cui la colazione è stata consumata e ha portato a un migliore benessere mentale, con i partecipanti che segnalano una diminuzione dei sentimenti di stress e depressione.

"Stabilire semplici routine potrebbe aiutare i 'nottambuli' a regolare i loro orologi biologici e migliorare la loro salute fisica e mentale generale. Insufficienti livelli di sonno e disallineamento circadiano possono disturbare molti processi corporei che ci mettono a maggior rischio di malattie cardiovascolari, cancro e diabete," ha affermato il professor Debra Skene dell'University of Surrey.

La dottoressa Facer-Childs ha detto che i 'nottambuli', tendevano ad essere più compromessi nella nostra società a causa del dover adattarsi a orari di lavoro/scuola che non sono sincronizzati con i loro schemi preferiti

"Riconoscendo queste differenze e fornendo strumenti per migliorare i risultati, possiamo fare un lungo cammino in una società che è sotto pressione costante per ottenere produttività e prestazioni ottimali", ha affermato.

Questo intervento potrebbe essere applicato anche in contesti più di nicchia, come l'industria o all'interno di settori sportivi, che hanno un focus sullo sviluppo di strategie per massimizzare la produttività e ottimizzare le prestazioni in determinati momenti e in condizioni diverse.

 

fonte:

  • Elise R. Facer-Childs, Benita Middleton, Debra J. Skene, Andrew P. Bagshaw. Resetting the late timing of ‘night owls’ has a positive impact on mental health and performance. Sleep Medicine, 2019; DOI: 10.1016/j.sleep.2019.05.001

Articolo a cura della dottressa Arianna Patriarca

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

Tags: nottambuli ritmo sonno-veglia news di psicologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consulenza-info [1617960082929…

  Sarah, 19 anni   Salve, le scrivo per dirle che in questi momenti mi sento molto sola. Vorrei andare avanti nel mio percorso di vita ma ho t...

Paure invalidanti [16176868876…

Verde123, 33 anni     Buongiorno, scrivo perché mi trovo in una situazione per me difficile da sopportare e risolvere. Sono sempre stata una p...

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Akinetopsia

L'akinetopsia o achinetopsia è un deficit selettivo della percezione visiva del movimento. I pazienti con questo deficit riferiscono di vedere gli oggetti in...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

News Letters

0
condivisioni