Pubblicità

I poteri della psiche e l’influenza dei geni

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 777 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

La scoperta che avere un amico grasso possa incidere sul nostro peso oppure, al contrario, che avere un amico molto magro ci aiuti a rimanere o a diventare magri sta rivoluzionando un po’ le convinzioni di noi nutrizionisti. Ci sono voluti 32 anni e un gruppo di scienziati americani, della California e di Boston, che ha calcolato che il 57% della gente si fa condizionare nel prendere o perdere peso grazie agli amici del cuore.

E’ una realtà che ci fa riflettere: finora avevamo sempre creduto che la causa principale di queste due condizioni fosse legata più a un fattore genetico e alimentare che non a un fattore psicologico-ambientale. In effetti penso che da parte di questi colleghi americani sarebbe difficile spiegare, con il solo concetto socio-psicologico, casi tra loro diversi: quelli in cui individui che mangiano poco a volte fanno fatica a stare nel peso «giusto» e casi opposti, in cui, pur mangiando tanto, si resta magri. La spiegazione è stata trovata nella presenza di un gene, siglato «Fto», che ha molte probabilità di essere la causa tanto ricercata.

Tratto da "Lastampa.it" - prosegui nella lettura dell'articolo


0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Volontà

In psicologia, il concetto di volontà viene concepito, a seconda della scuola di riferimento, come: • Una funzione autonoma, non riconducibile ad altri process...

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Paranoia

La paranoia è una psicosi caratterizzata dallo sviluppo di un delirio cronico (di grandezza, di persecuzione, di gelosia, ecc.), lucido, sistematizzato, dotat...

News Letters

0
condivisioni