Pubblicità

I sonnambuli sentono meno il dolore fisico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 822 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Si chiama «paradosso del sonnambulismo» e consiste nel fatto che chi soffre di questo disturbo è molto sensibile alla sofferenza fisica durante la veglia e poco nel sonno.sleep kLLF U10602113231311YMI 700x394LaStampa.it

I medici lo chiamano il “paradosso del sonnambulismo”. Se da un lato chi soffre di questo disturbo è più propenso a sentire dolore quando è sveglio, dall’altro la percezione durante gli episodi notturni è quasi assente.

Lo strano legame, ancora in fase di studio, è stato descritto in una ricerca degli scienziati dell’ospedale Gui-de-Chauliac di Montpellier e pubblicato dalla rivista Sleep.

CHE COS’È IL SONNAMBULISMO?  

Tecnicamente i medici definiscono il sonnambulismo come un disturbo del sonno in cui avvengono attività motorie automatiche.

 

Tratto da La Stampa - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: sonno sensibile sonnambuli dolore fisico sentono meno paradosso sonnambulismo disturbo sofferenza fisica veglia

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Non riesco più a vivere (15667…

Francesca007, 25 Tutto inizia dai miei 17 anni, quando capisco di non essere abbastanza per i miei genitori. Mio papà mi teneva chiusa in casa come se foss...

Superare un tradimento (156741…

Lucrezia, 42 Salve, sto con il mio compagno da 12 anni, conviviamo. All'inizio del 2019 abbiamo cominciato ad avere qualche incomprensione a causa del suo ...

Mia madre e il mio fidanzato (…

  Maria Teresa, 22 Salve a tutti. Ho una relazione a distanza da 4 anni e con il mio fidanzato non ho mai avuto problemi. Mia madre però non ha mai a...

Area Professionale

Articolo 34 - il Codice Deonto…

Con il commento all'art.34 (sviluppo scientifico della professione), prosegue su Psiconline.it il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che se...

I vantaggi di sfruttare i Bann…

Proseguiamo con l'illustrazione degli strumenti che ci consentono di migliorare la nostra Brand Awareness professionale e di acquisire nuova visibilità e nuova ...

Articolo 33 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.33 (lealtà e colleganza), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo setti...

Le parole della Psicologia

Demenza Semantica

Con la locuzione demenza semantica o SD (dall'inglese semantic dementia) si fa riferimento ad un particolare tipo di demenza frontotemporale il cui esordio è ca...

Nevrosi

Le nevrosi rappresentano un gruppo di disturbi che coinvolgono la sfera comportamentale, affettivo-emotivo e psicosomatica dell’individuo in assenza di una pato...

Frigidità

Con il termine frigidità si fa riferimento ad una bassa libido, o assenza di desiderio sessuale nelle donne, caratterizzata da una carenza o incapacità permanen...

News Letters

0
condivisioni