Pubblicità

I tratti della personalità influenzano la conformità al rifugio in casa

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 181 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Le persone con poca apertura e nevroticismo sono meno propense a conformarsi senza rigide politiche governative, afferma lo studio

I tratti della personalità influenzano la conformità al rifugio in casa

Secondo una ricerca pubblicata dall'American Psychological Association, un sondaggio mondiale condotto durante la prima ondata della pandemia COVID-19 ha rilevato che le persone con determinati tratti comuni della personalità avevano meno probabilità di rifugiarsi a casa quando le politiche governative erano meno restrittive.

"Abbiamo scoperto che le persone che hanno ottenuto un punteggio basso su due tratti della personalità - apertura all'esperienza e nevroticismo - avevano meno probabilità di rifugiarsi a casa in assenza di severe misure governative, ma questa tendenza è svanita quando sono state implementate politiche governative più restrittive", ha detto Friedrich Götz, MPhil, dottorando presso l'Università di Cambridge e autore principale dello studio.

"Inizialmente, questo è stato un po 'sbalorditivo, poiché gli individui aperti hanno tradizionalmente dimostrato di essere inclini ad assumersi dei rischi, disposti a deviare dalle norme culturali e propensi a cercare e avvicinarsi a cose nuove e non familiari - il che probabilmente li metterebbe a una maggiore rischio di ignorare le raccomandazioni di rifugio sul posto. Tuttavia, allo stesso tempo, l'apertura è anche correlata a percezioni accurate del rischio, universalismo e identificazione del genere umano. Pertanto, nel mondo digitalizzato in cui si è verificata l'attuale pandemia, queste qualità potrebbero aver portato gli individui aperti a seguire l'epidemia di COVID-19 in altri paesi, rendersi conto della sua gravità e agire di conseguenza ".

I ricercatori hanno utilizzato i dati del progetto "Measuring Worldwide COVID-19 Attitudes and Beliefs", un sondaggio globale che ha cercato di valutare i comportamenti dei partecipanti e le percezioni dei comportamenti degli altri durante la crisi COVID-19 mentre la pandemia si svolgeva.

Götz ei suoi colleghi hanno analizzato le risposte di oltre 101.000 partecipanti in 55 paesi in cui almeno 200 persone hanno risposto al sondaggio tra il 20 marzo e il 5 aprile 2020.

Pubblicità

Oltre a fornire informazioni sul comportamento, i partecipanti hanno anche fornito dati sociodemografici e risposto a una serie di domande progettate per misurare i cosiddetti tratti della personalità dei Big Five: coscienziosità, nevroticismo, gradevolezza, estroversione e apertura.

Per valutare il rigore delle politiche nazionali di ciascun paese, i ricercatori hanno utilizzato il COVID-19 Government Response Stringency Index, che assegna punteggi di rigore sulla base di sette misure politiche: chiusura della scuola, chiusura del posto di lavoro, cancellazione di eventi pubblici, sospensione del trasporto pubblico, implementazione delle informazioni pubbliche campagne, restrizioni alla circolazione interna e controlli sui viaggi internazionali.

Le nostre analisi rivelano che sia il rigore governativo che la personalità hanno predetto in modo indipendente i tassi di rifugio sul posto. Non sorprende che, nelle aree in cui le politiche governative fossero più rigorose, le persone avevano maggiori probabilità di ripararsi sul posto ", ha detto Götz.

"Presi insieme, i risultati riaffermano il potere della personalità come motore centrale del comportamento, una forza che non è semplicemente eclissata dalla politica governativa", ha detto il coautore Jon Jachimowicz, PhD, dell'Università di Harvard. "Tuttavia, rigorose politiche governative sono state in grado di diminuire l'influenza di due tratti della personalità, dimostrando come le forze di livello macro possono diminuire l'influenza di alcuni fattori di livello micro".

Poiché la personalità gioca un ruolo così cruciale mentre i governi continuano a rilassarsi e ripristinare le rigide regole del governo in reazione ai cambiamenti nella diffusione della malattia, è importante capire perché alcune persone violano le regole più di altre, secondo Jachimowicz.

Imparare ciò che caratterizza queste persone può essere informativo in diversi modi, dall'aiutare a identificare potenziali super-diffusori all'adattare i messaggi di salute pubblica alle personalità delle persone al fine di aumentare la conformità.

 

reference:

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdere le persone importanti …

  Crazy, 48 anni Buonasera, chiedo come si fa ad accettare prima la perdita di un marito e dopo poco quella di un fratello. {loadposition pub3} &n...

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Cervelletto

Il cervelletto è una delle strutture più grandi del sistema nervoso, circa 1/3 dell'intero volume intracranico ed è presente in tutti i vertebrati. Anatomica...

Flooding

Indica una tecnica cognitivo-comportamentale che consiste nell'esposizione ripetuta del soggetto allo stimolo a valenza fobica, senza che vi sia per lui possibi...

ALESSITIMIA (O ALEXITEMIA)

Il termine alessitimia deriva dal greco e significa mancanza di parole per le emozioni  (a = mancanza, léxis = parola, thymόs = emozione ).  Esso vien...

News Letters

0
condivisioni