Pubblicità

Il computer contro la sigaretta

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 533 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Ricercatori dell’Università del Kansas (Usa) stanno studiando le possibili applicazioni della tecnologia più recente per contrastare l’abitudine al fumo. “La nostra ricerca – spiega il dr.James Grobe, psicologo e docente di psicologia presso la Kansas University – vuole approfondire i meccanismi alla base del comportamento di dipendenza dal fumo, analizzando gli effetti conseguenti alla variazione sperimentale del livello di controllo che ogni fumatore percepisce rispetto al fumo..In questo modo – aggiunge Grobe – si creerà un archivio di dati composto dalle esperienze di molti fumatori e dal loro atteggiamento soggettivo rispetto allo stimolo del fumo, che potrà essere elaborato dal computer e servire come riferimento per comprendere meglio i meccanismi di questa forma di dipendenza..”. Attualmente le cure contro il fumo sono di diverso tipo ed hanno una efficacia che può essere considerata variabile da soggetto a soggetto, essendo chiaramente fondamentale l’effettiva volontà del fumatore di smettere e l’impegno conseguente nell’attenersi scrupolosamente al trattamento scelto. Le cure psicologiche vanno dalle psicoterapie comportamentali centrate sulla dipendenza a quelle basate sull’ipnosi, mentre in ambito medico buoni risultati si hanno con l’agopuntura e con le terapie farmacologiche con sostituti della nicotina della sigaretta (compresse, cerotti a rilascio graduale, etc..).

“Ci sono centinaia e centinaia di casi in trattamento riportati nella letteratura scientifica che sono stati esaminati nella nostra ricerca.. – continua il dr.Grobe - ..Pensiamo sia importante acquisire questa grande mole di dati per poter offrire ai fumatori più possibilità di riuscita e risorse in termini di trattamenti molteplici e diversificati..Ma prima di iniziare un qualsiasi percorso curativo, consiglio ai fumatori di compiere una autovalutazione preliminare, per stabilire chiaramente e rendersi pienamente coscienti dei motivi alla base del loro desiderio di smettere con l’abitudine al fumo..Subito dopo è importante individuare una abitudine sostitutiva, che servirà da sostegno nel momento del progressivo distacco dal fumo..L’importante – conclude Grobe – è che i fumatori non si abbattano per i possibili fallimenti che accadranno durante le terapie e che continuino a cercare strade anche diverse finchè non sentano di aver trovato il trattamento che funziona meglio per loro..”.

(tratto da:”Study Examines How Computers Can Help Kick Smoking Habit” - AScribe Newswire – Nov. 2001).

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Manipolazione

La manipolazione psicologica è un tipo di influenza sociale, finalizzata a cambiare la percezione o il comportamento degli altri, usando schemi e metodi subdoli...

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Ipercinesia

Nel disturbo ipercinetico si ha la contemporanea presenza di sintomi quali: la breve durata dell’attenzione, distrazione, iperattività e almeno un sintomo di im...

News Letters

0
condivisioni