Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Il computer contro la sigaretta

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 293 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Ricercatori dell’Università del Kansas (Usa) stanno studiando le possibili applicazioni della tecnologia più recente per contrastare l’abitudine al fumo. “La nostra ricerca – spiega il dr.James Grobe, psicologo e docente di psicologia presso la Kansas University – vuole approfondire i meccanismi alla base del comportamento di dipendenza dal fumo, analizzando gli effetti conseguenti alla variazione sperimentale del livello di controllo che ogni fumatore percepisce rispetto al fumo..In questo modo – aggiunge Grobe – si creerà un archivio di dati composto dalle esperienze di molti fumatori e dal loro atteggiamento soggettivo rispetto allo stimolo del fumo, che potrà essere elaborato dal computer e servire come riferimento per comprendere meglio i meccanismi di questa forma di dipendenza..”. Attualmente le cure contro il fumo sono di diverso tipo ed hanno una efficacia che può essere considerata variabile da soggetto a soggetto, essendo chiaramente fondamentale l’effettiva volontà del fumatore di smettere e l’impegno conseguente nell’attenersi scrupolosamente al trattamento scelto. Le cure psicologiche vanno dalle psicoterapie comportamentali centrate sulla dipendenza a quelle basate sull’ipnosi, mentre in ambito medico buoni risultati si hanno con l’agopuntura e con le terapie farmacologiche con sostituti della nicotina della sigaretta (compresse, cerotti a rilascio graduale, etc..).

“Ci sono centinaia e centinaia di casi in trattamento riportati nella letteratura scientifica che sono stati esaminati nella nostra ricerca.. – continua il dr.Grobe - ..Pensiamo sia importante acquisire questa grande mole di dati per poter offrire ai fumatori più possibilità di riuscita e risorse in termini di trattamenti molteplici e diversificati..Ma prima di iniziare un qualsiasi percorso curativo, consiglio ai fumatori di compiere una autovalutazione preliminare, per stabilire chiaramente e rendersi pienamente coscienti dei motivi alla base del loro desiderio di smettere con l’abitudine al fumo..Subito dopo è importante individuare una abitudine sostitutiva, che servirà da sostegno nel momento del progressivo distacco dal fumo..L’importante – conclude Grobe – è che i fumatori non si abbattano per i possibili fallimenti che accadranno durante le terapie e che continuino a cercare strade anche diverse finchè non sentano di aver trovato il trattamento che funziona meglio per loro..”.

(tratto da:”Study Examines How Computers Can Help Kick Smoking Habit” - AScribe Newswire – Nov. 2001).

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consiglio (1530794336243)

luciano85, 32     Il motivo principale che mi spinge ad avere un parere è che vorrei capire se determinate sensazioni, pensieri e ansie siano nor...

Marito che pensa solo alla sua…

Namaste, 30     Salve, sono una ragazza di 30 anni sposata da 3 anni con un cittadino marocchino di 23. ...

L'amore e la comunicazione (15…

Anna, 26     Salve Dottore, mi trovo in una relazione da sei anni con A., abbiamo due anni di differenza ed ancora non conviviamo. ...

Area Professionale

GDPR e privacy dei dati: cosa …

Dal 25 maggio 2018, a causa del cambiamento delle normative sulla privacy e protezione dei dati personali, tutti i professionisti devono far riferimento al Rego...

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Le parole della Psicologia

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Insight

L’insight, a livello letterale, ha come significato vedere dentro. Nel linguaggio psicologico italiano i termini  che  più si avvicinano sono: intuizi...

News Letters

0
condivisioni