Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Il deficit d’attenzione non è solo una sindrome infantile

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 585 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Adesso l’ostacolo più difficile è quello della diagnosi correttaad hd news

C’è chi è stato curato da piccolo per poi essere trascurato da adulto.

Chi invece non ha mai ricevuto la diagnosi giusta. E chi si ammala da adulto e nessun medico ha mai pensato di prendere in considerazione una malattia erroneamente etichettata come «infantile». Sono le vittime, troppo spesso inconsapevoli, del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (Adhd).
«Si stima che in Italia ne soffra tra l’1 e il 4% della popolazione adulta», spiega Giuseppe Maina, direttore della Clinica psichiatrica universitaria San Luigi Gonzaga di Orbassano. Circa 2 milioni di persone, la maggior parte dei quali fa tutti i giorni i conti con un male di cui ignora l’esistenza. «Irrequietezza, difficoltà a prestare e mantenere l’attenzione, impulsività: sono alcuni dei sintomi che condividono i pazienti adulti con i più piccoli», riferisce Maina. «Solo che negli adulti - continua - i problemi diventano più complessi. Ai classici sintomi si aggiungono disturbi d’ansia, incapacità di pianificare le proprie attività o di essere puntuali negli impegni di studio o lavoro, difficoltà a mantenere relazioni stabili, bassa autostima, perdita di fiducia e così via». E il non sapere l’origine di questi problemi può scatenare una serie di eventi a cascata che complicano la situazione. «Molto spesso - sottolinea l’esperto - i pazienti finiscono per abusare di alcol o sostanze stupefacenti, come cocaina e anfetamina, e possono sviluppare depressione». Non è quindi un caso che gli adulti con Adhd siano più spesso a rischio divorzi e separazioni, hanno maggiori difficoltà socio-economiche e in generale più probabilità di mettersi nei guai. Eppure, basterebbe una diagnosi corretta e un piano terapeutico costruito ad hoc per cambiare la storia di questi pazienti. «Purtroppo l’Adhd dell’adulto rimane una condizione clinica ancora largamente sottodiagnosticata», dice Maina.
Per cercare di colmare questa lacuna, venerdì 23 ottobre, l’Ospedale San Luigi di Orbassano terrà un convegno dedicato all’Adhd negli adulti, il primo organizzato in Piemonte. All’incontro parteciperà Sandra Kooji, massima esperta europea sul tema.

 

Tratto da La Stampa- prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: deficit dell' attenzione sindrome infantile diagnosi corretta ADHD

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fine di un amore senza motivo …

tz86, 31     Buongiorno, è circa un mese che sono stato lasciato dalla mia ragazza. Una relazione breve, circa un anno. Ma molto intensa e bella...

Difficoltà nelle relazioni con…

io, 25     Lavoro in un codominio come portiere, da un po' di tempo ho come la sensazione che si approffitino di me. ...

Distacco dai genitori (1526380…

Alice, 25     Buongiorno, sono una ragazza di 25 anni che lavora. Ho un fidanzato e per fine anno vorremmo andare a convivere. ...

Area Professionale

Scienza, diritto e processo: p…

Scienza e diritto risiedono in quartieri diversi. È innegabile. La prima fonda il suo continuo sviluppo sul dubbio e quindi sul progresso che proprio dal dubbio...

Introduzione al Test del Villa…

Introduzione al Test del Villaggio secondo il Metodo Evolutivo-Elementale (infanzia, adolescenza, età adulta). L’idea che sta alla base del Test del Villaggio è...

Obesità e Confine del Sé nel T…

In tutti i disturbi del comportamento alimentare, ed in particolare nell'obesità, troviamo le problematiche relative alla dimensione del dare/avere e del dentro...

Le parole della Psicologia

Suicidio

Per suicidio (dal latino suicidium, sui occido, uccisione di se stessi) si intende l'atto con il quale un individuo si procura volontariamente e consapevolmente...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’...

News Letters

0
condivisioni