Pubblicità

Il deficit d’attenzione non è solo una sindrome infantile

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 652 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Adesso l’ostacolo più difficile è quello della diagnosi correttaad hd news

C’è chi è stato curato da piccolo per poi essere trascurato da adulto.

Chi invece non ha mai ricevuto la diagnosi giusta. E chi si ammala da adulto e nessun medico ha mai pensato di prendere in considerazione una malattia erroneamente etichettata come «infantile». Sono le vittime, troppo spesso inconsapevoli, del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (Adhd).
«Si stima che in Italia ne soffra tra l’1 e il 4% della popolazione adulta», spiega Giuseppe Maina, direttore della Clinica psichiatrica universitaria San Luigi Gonzaga di Orbassano. Circa 2 milioni di persone, la maggior parte dei quali fa tutti i giorni i conti con un male di cui ignora l’esistenza. «Irrequietezza, difficoltà a prestare e mantenere l’attenzione, impulsività: sono alcuni dei sintomi che condividono i pazienti adulti con i più piccoli», riferisce Maina. «Solo che negli adulti - continua - i problemi diventano più complessi. Ai classici sintomi si aggiungono disturbi d’ansia, incapacità di pianificare le proprie attività o di essere puntuali negli impegni di studio o lavoro, difficoltà a mantenere relazioni stabili, bassa autostima, perdita di fiducia e così via». E il non sapere l’origine di questi problemi può scatenare una serie di eventi a cascata che complicano la situazione. «Molto spesso - sottolinea l’esperto - i pazienti finiscono per abusare di alcol o sostanze stupefacenti, come cocaina e anfetamina, e possono sviluppare depressione». Non è quindi un caso che gli adulti con Adhd siano più spesso a rischio divorzi e separazioni, hanno maggiori difficoltà socio-economiche e in generale più probabilità di mettersi nei guai. Eppure, basterebbe una diagnosi corretta e un piano terapeutico costruito ad hoc per cambiare la storia di questi pazienti. «Purtroppo l’Adhd dell’adulto rimane una condizione clinica ancora largamente sottodiagnosticata», dice Maina.
Per cercare di colmare questa lacuna, venerdì 23 ottobre, l’Ospedale San Luigi di Orbassano terrà un convegno dedicato all’Adhd negli adulti, il primo organizzato in Piemonte. All’incontro parteciperà Sandra Kooji, massima esperta europea sul tema.

 

Tratto da La Stampa- prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: deficit dell' attenzione sindrome infantile diagnosi corretta ADHD

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Catarsi

Catarsi è un termine greco che deriva da kathàiro, "io pulisco, purifico", quindi significa “purificazione, liberazione, espiazione, redenzione”. Per i pitagor...

Ofidiofobia

L’ofidiofobia (dal greco ὄφις ophis "serpente" e φοβία phobia "paura") è la paura patologica dei serpenti. ...

Mobbing

Il termine mobbing deriva dall’inglese “to mob” e significa assalire, soffocare, malmenare. Questo termine fu utilizzato per la prima volta in etologia da Konra...

News Letters

0
condivisioni