Pubblicità

Un farmaco facilita il recupero da astinenza alcolica grave

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 217 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Gli scienziati affermano che un farmaco originariamente sviluppato per trattare l'ipertensione può ridurre i sintomi di astinenza gravi per i pazienti con diagnosi di disturbo da uso di alcol.

 Un farmaco facilita il recupero da astinenza alcolica grave

Un farmaco una volta usato per trattare l'ipertensione può aiutare gli alcolisti con sintomi di astinenza a ridurre o eliminare il loro consumo di alcol, i ricercatori della Yale University riportano  sull'American Journal of Psychiatry.

In uno studio in doppio cieco, i ricercatori hanno somministrato il farmaco prazosina o un placebo a 100 persone che hanno iniziato il trattamento ambulatoriale dopo essere stato diagnosticato un disturbo da uso di alcol.

Tutti i pazienti avevano manifestato sintomi di astinenza di vario grado prima di iniziare il trattamento.

Secondo i ricercatori, i soggetti con sintomi più gravi - inclusi frullati, voglie e ansia aumentati e difficoltà a dormire - che hanno ricevuto prazosina hanno ridotto significativamente il numero di episodi di alcolismo e i giorni in cui hanno bevuto rispetto a quelli che hanno ricevuto un placebo. Il farmaco ha avuto scarso effetto su quelli con pochi o nessun sintomo di astinenza.

Pubblicità

"Non ci sono cure prontamente disponibili per le persone che manifestano gravi sintomi di astinenza e queste sono le persone a più alto rischio di ricaduta e hanno maggiori probabilità di finire nei pronto soccorso degli ospedali", ha detto l'autore corrispondente Rajita Sinha, Professore di Psichiatria del Foundations Fund , professore di neuroscienze e direttore dello Yale Stress Center.

La prazosina è stata originariamente sviluppata per trattare l'ipertensione ed è ancora usata per trattare i problemi alla prostata negli uomini, tra le altre condizioni.

Precedenti studi condotti a Yale hanno dimostrato che il farmaco agisce sui centri di stress nel cervello e aiuta a migliorare la memoria di lavoro e frenare l'ansia e il desiderio.

Il laboratorio di Sinha ha dimostrato che i centri di stress del cervello vengono gravemente interrotti all'inizio del recupero, specialmente per quelli con sintomi di astinenza e craving elevati, ma che l'interruzione diminuisce quanto più a lungo la persona mantiene la sobrietà.

La prazosina potrebbe aiutare a colmare questa lacuna, moderando le voglie e i sintomi di astinenza nelle prime fasi del recupero e aumentando le possibilità che i pazienti si astengano dal bere, ha detto.

Uno svantaggio è che nella sua forma attuale la prazosina deve essere somministrata tre volte al giorno per essere efficace, ha osservato Sinha.

Reference:

  1. Rajita Sinha, Stephanie Wemm, Nia Fogelman, Verica Milivojevic, Peter M. Morgan, Gustavo A. Angarita, Gretchen Hermes, Helen C. Fox. Moderation of Prazosin’s Efficacy by Alcohol Withdrawal Symptoms. American Journal of Psychiatry, 2020; appi.ajp.2020.2 DOI: 10.1176/appi.ajp.2020.20050609

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Perdere le persone importanti …

  Crazy, 48 anni Buonasera, chiedo come si fa ad accettare prima la perdita di un marito e dopo poco quella di un fratello. {loadposition pub3} &n...

Ragazzo insicuro e con ansia d…

Annie, 27 anni       Buonasera! In psicologia, i cinque fattori che elencherò possono essere correlati l'uno all'altro oppure no?* Ansia d...

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

Onicofagia

L'onicofagia, meglio conosciuta come il brutto vizio di mangiarsi le unghie, è un’impulso incontrollabile definito in ambito psicologico come disturbo del compo...

Psicologia

La psicologia è una scienza che studia i processi psichici, consci e inconsci, cognitivi (percezione, attenzione, memoria, linguaggio, pensiero ecc.) e dinamici...

News Letters

0
condivisioni