Pubblicità

Il fumo? Annebbia la capacità decisionale

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 320 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il fumo annebbia le capacità decisionali: i fumatori sono incapaci di decidere in base alle conseguenze prevedibili della loro scelta, come se in qualche modo le sigarette ottenebrassero i normali criteri di scelta di cui la nostra mente è capace. E' quanto suggerisce uno studio diretto dal neuroscienziato Read Montague del Baylor College of Medicine di Houston, Texas, super-esperto di studi sulle abilità decisionali umane e sulle influenze esterne su di esse, come la pubblicità.

Pubblicato sulla rivista Nature Neuroscience, questo studio sembra dunque dimostrare che anche il fumo influenza, e in negativo, la capacità decisionale umana, almeno quando ci sono di mezzo i soldi. Infatti il neuroscienziato ha coinvolto un gruppo di fumatori e non fumatori in un gioco di investimenti. I volontari dovevano investire del denaro ed avevano a disposizione due tipologie di investimento alternative; alla fine veniva detto loro sia la cifra guadagnata grazie alla loro scelta, sia quella che avrebbero guadagnato se avessero optato per la possibilità alternativa.

Tratto da "Ansa.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Adolescente invisibile (154452…

Luisa, 50     Sono madre di un ragazzo di quasi diciassette anni, situazione familiare conflittuale con un padre/bambino, geloso dell'amore di un...

Fuori da ogni gioco (154369450…

Elgiro, 59     Altro. Non saprei in che altra categoria infilarmi. Alla mia età, dopo aver provato e riprovato, ci si sente stanchi, rabbiosi e o...

Non so piu' che fare (15433284…

Gigia 2019, 32     Buongiorno, io ho bisogno di aiuto . Voglio farla finita perche' non riesco piu' a reggere le mie giornate da incubo con un uo...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Musofobia

Il termine musofobia, che deriva del greco μῦς (mys) che significa "topo", è la paura persistente ed ingiustificata per i topi, più in generale per i roditori. ...

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

News Letters

0
condivisioni