Pubblicità

Il multitasking? Distrae e confonde le idee

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 240 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

MILANO - Il multitasking pare quasi obbligatorio, oggi. Un'occhiata allo smartphone per vedere se è arrivato un messaggio, il tablet a portata di mano per un giretto veloce su internet, il computer davanti agli occhi per lavorare come minimo su due o tre file contemporaneamente. L'attenzione saltella dall'uno all'altro, e per quanto possiamo essere convinti che questo non vada a scapito delle nostre performance, dovremo prima o poi ammettere che non è così. Perché il multitasking distrae, stando ai risultati di una ricerca pubblicata su Cyberpsychology, Behavior and Social Networking .

 

STUDIO – Genitori e insegnanti di quindicenni o giù di lì diranno che si tratta della scoperta dell'acqua calda, ma al solito ci sono poche certezze in medicina finché non si fanno esperimenti precisi e specifici. A farli stavolta ci hanno pensato due docenti della Carroll School of Management di Boston, Adam Brasel e James Gips, che hanno usato telecamere speciali per registrare lo sguardo di alcuni volontari a cui è stata concessa mezz'ora d'uso contemporaneo di televisione e computer, in completa libertà.

 

Tratto da: "corriere.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mia moglie mi ha lasciato (153…

Emyls, 41     Salve, vi scrivo a seguito di questo tragico evento che sta per cambiare la vita della mia famiglia, mia dei miei figli. ...

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Area Professionale

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Le parole della Psicologia

Innamoramento

Nell'uomo, è una pulsione che provoca una varietà di sentimenti e di comportamenti caratterizzati dal forte coinvolgimento emotivo verso un'altra persona, che, ...

Sindrome di Cotard

E’ una sindrome delirante che porta la persona a credere di essere morta, di non esistere più oppure di aver perso tutti gli organi interni. Jules Cotard, un n...

Stress

Il termine stress, tradotto dall’inglese, significa "pressione" (o “sollecitazione"), ed è stato introdotto per la prima volta da Hans Seyle nel 1936 per indica...

News Letters

0
condivisioni