Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Il peso alla nascita influisce sui risultati scolastici

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 322 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
I bambini che alla nascita sono gravemente sottopeso, andranno peggio a scuola all'età di sedici anni. Lo afferma una ricerca dell'Università di Liverpool pubblicata sulla rivista "Archives of Disease in Childhood". Gli autori hanno indagato retrospettivamente sui risultati di 334 ragazzi di 16 anni impegnati negli esami del diploma di scuola secondaria (GCSE) nel Merseyside, nell'Inghilterra nord-occidentale. Hanno poi confrontato i voti con il peso che i ragazzi avevano alla nascita.

167 dei ragazzi, la metà esatta del campione, era stata scelta fra coloro che pesavano alla nascita meno di 1500 grammi, escludendo i disabili. I ricercatori hanno anche esaminato i risultati di test di intelligenza (IQ) effettuati dai ragazzi all'età di otto anni, così come diversi fattori di influenza come la classe sociale, l'occupazione, l'educazione dei genitori, il reddito, e il numero di bambini in famiglia.
I risultati mostrano che il gruppo di ragazzi con un peso normale alla nascita (fra 2500 e 3500 grammi) ha ottenuto voti significativamente più alti, sia collettivamente sia individualmente. In particolare, ha ottenuto voti più elevati in matematica, scienza, inglese e letteratura, mentre i due gruppi si sono comportati più o meno allo stesso modo in geografia e storia.

Gli autori dello studio concludono che un peso troppo basso alla nascita può avere effetti sulle prestazioni intellettuali e scolastiche, suggerendo che i fattori che influiscono sul rapido sviluppo del cervello durante la gravidanza e dopo la nascita siano sostanzialmente più importanti dell'ambiente sociale o della qualità dell'educazione scolastica.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Il mio ragazzo mi ha allontana…

Sara, 24     Salve Gentili Dottori, ho conosciuto pochi mesi fa un ragazzo e ci siamo messi insieme, per i primi due mesi è stato dolce, comprens...

Rapporto con la figlia (153578…

Gabriella, 62     Salve, avrei bisogno di un vostro parere riguardo il rapporto con mia figlia. Lei ha 36 anni è sposata felicemente senza figli ...

Insicurezza e bassa autostima …

Lau, 26     Buongiorno, fin da quando ero piccola ho sempre avuto una scarsa autostima e questo mi ha portato sicuramente ad essere sempre indeci...

Area Professionale

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Arroccamento e rabbia di un ad…

Un caso clinico di un adolescente "arrabbiato", studiato attraverso il Test del Villaggio e illustrato dal Dottor Luca Bosco Oscar ha 14 anni e ha perso il pap...

Arredare lo studio di uno psic…

Arredare lo studio di uno psicologo è un impegno importante ai fini della futura professione. Una nuova ricerca, infatti, dimostra che le persone giudicano la q...

Le parole della Psicologia

Lallazione (le fasi)

La lallazione (o bubbling) è una fase dello sviluppo del linguaggio infantile che inizia dal quinto-sesto mese di vita circa. Essa consiste nell’em...

Odio

Sentimento antitetico all'amore, caratterizzato dal desiderio durevole di danneggiare o distruggere uno specifico oggetto che può essere anche il proprio Sé o l...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

News Letters

0
condivisioni