Pubblicità

Il peso alla nascita influisce sui risultati scolastici

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 492 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
I bambini che alla nascita sono gravemente sottopeso, andranno peggio a scuola all'età di sedici anni. Lo afferma una ricerca dell'Università di Liverpool pubblicata sulla rivista "Archives of Disease in Childhood". Gli autori hanno indagato retrospettivamente sui risultati di 334 ragazzi di 16 anni impegnati negli esami del diploma di scuola secondaria (GCSE) nel Merseyside, nell'Inghilterra nord-occidentale. Hanno poi confrontato i voti con il peso che i ragazzi avevano alla nascita.

167 dei ragazzi, la metà esatta del campione, era stata scelta fra coloro che pesavano alla nascita meno di 1500 grammi, escludendo i disabili. I ricercatori hanno anche esaminato i risultati di test di intelligenza (IQ) effettuati dai ragazzi all'età di otto anni, così come diversi fattori di influenza come la classe sociale, l'occupazione, l'educazione dei genitori, il reddito, e il numero di bambini in famiglia.
I risultati mostrano che il gruppo di ragazzi con un peso normale alla nascita (fra 2500 e 3500 grammi) ha ottenuto voti significativamente più alti, sia collettivamente sia individualmente. In particolare, ha ottenuto voti più elevati in matematica, scienza, inglese e letteratura, mentre i due gruppi si sono comportati più o meno allo stesso modo in geografia e storia.

Gli autori dello studio concludono che un peso troppo basso alla nascita può avere effetti sulle prestazioni intellettuali e scolastiche, suggerendo che i fattori che influiscono sul rapido sviluppo del cervello durante la gravidanza e dopo la nascita siano sostanzialmente più importanti dell'ambiente sociale o della qualità dell'educazione scolastica.

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Violenza domestica

La violenza domestica è il comportamento abusante di uno o entrambi i compagni in una relazione intima di coppia, quali il matrimonio e la coabitazione. Second...

Rêverie

“Rêverie sta a designare lo stato mentale aperto alla ricezione di tutti gli ‘oggetti’ provenienti dall’oggetto amato, quello stato cioè di recepire le identifi...

Frigidità

Con il termine frigidità si fa riferimento ad una bassa libido, o assenza di desiderio sessuale nelle donne, caratterizzata da una carenza o incapacità permanen...

News Letters

0
condivisioni