Pubblicità

Il potere dei raggi solari

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1270 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Secondo uno studio del BYU (Brigham Young University), il Sole favorisce la salute mentale e il benessere fisico.

sole del matt 2L'idea non è esattamente una novità, ma secondo un recente studio del BYU (Brigham Young University), quando si tratta di salute mentale ed emotiva, la quantità di tempo tra l'alba e il tramonto è la variabile tempo che conta di più.

Le nostre giornate potrebbero essere riempite con temperature calde irritanti, con un inquinamento atmosferico è elevato, ma questo non sarà necessariamente visto in modo negativo. Se siete in grado di assorbire abbastanza sole, il vostro livello di stress emotivo dovrebbe rimanere stabile.

Prenditi del tempo per il sole, tuttavia, la vostra angoscia può spuntare ugualmente. Questo vale per la popolazione clinica in generale, e non solo in quelli con diagnosi di disturbo affettivo stagionale.

"Questo è uno dei pezzi sorprendenti della nostra ricerca," ha dichiarato Mark Beecher, professore clinico e psicologo abilitato a BYU consulenza e servizi psicologici. "In un giorno di pioggia, o in un giorno più inquinato, la gente dà per scontato di avere più difficoltà. Ma non abbiamo visto questo. Abbiamo esaminato l'irraggiamento solare, o la quantità di luce solare che colpisce in realtà la terra. Abbiamo cercato di tenere conto in questo studio dei giorni nuvolosi, dei giorni di pioggia e dell’inquinamento. . . Ma l'unica cosa che era veramente significativa è stata la quantità di tempo tra l'alba e il tramonto."

I terapisti devono essere consapevoli che i mesi invernali saranno un momento di forte domanda per i loro servizi. Con un minor numero di ore di sole, i clienti saranno particolarmente vulnerabili allo stress emotivo. Le misure preventive dovrebbero essere attuate caso per caso.

Lo studio, che è stato pubblicato sul Journal of Affective Disorders, è iniziato con una conversazione casuale che ha suscitato la curiosità professionale di Beecher.

"Mark e io siamo stati amici e vicini di casa per anni, e spesso prendiamo il bus insieme", ha detto Lawrence Rees, professore di fisica alla BYU. "E, naturalmente, si parla spesso di cose banali, come stanno andando le classi? Com’ è stato il semestre? Com’è questo tempo? Così in un giorno in cui c’era una sorta di tempesta, ho chiesto Mark se aveva più clienti in questo periodo. Ha detto che non era sicuro, era una specie di una questione aperta. E’ difficile ottenere dati precisi. "

Pubblicità

Una lampadina si è accesa nella testa di Rees. Come professore di fisica, Rees ha avuto accesso ai dati meteo nella zona di Provo. Come psicologo, Beecher ha avuto accesso ai dati sanitari emozionali per i clienti che vivono a Provo.

"Ci siamo resi conto che abbiamo avuto accesso a un bel set di dati che un sacco di persone non possono utilizzare", ha detto Beecher. "Così Rees ha detto, 'Beh, io ho dati meteo, e io sono come, ho dati clinici. Uniamo la coppia! Super Potere dei Gemelli attivato!!!"

Il duo ha poi portato al BYU le statistiche al professore Dennis Eggett, che ha sviluppato il piano per l'analisi dei dati ed eseguito tutte le analisi statistiche sul progetto.

Diversi studi hanno cercato di analizzare l'effetto del tempo sull'umore con risultati alterni. Beecher ha citato quattro motivi per cui questo studio è migliore rispetto al precedente:

Lo studio ha analizzato diverse variabili meteorologiche quali vento gelido, pioggia, irraggiamento solare, velocità del vento, temperatura e altro ancora.

I dati meteo possono essere analizzati al minuto nella zona esatta dove i pazienti hanno vissuto.

Lo studio ha riguardato una popolazione clinica invece di una popolazione generale.

Lo studio ha utilizzato una misura del trattamento di salute mentale per esaminare diversi aspetti del disagio psicologico, piuttosto che basarsi su tentativi di suicidio o diari online.

I dati meteo provenivano dalla stazione meteorologica di BYU Fisica e Astronomia, ed i dati di inquinamento provenivano dall'Agenzia di Protezione Ambientale degli Stati Uniti. I dati sanitari mentali ed emozionali provenivano dal Centro di Consulenza e Servizi Psicologici del BYU.

All’inizio di questa ricerca c’erano solo i tre professori del BYU che collaboravano. In seguito, si sono aggiunti altri 10 autori sullo studio, tra cui Davey Erekson, Jennie Bingham, Jared Klundt, Russell Bailey, Clark Ripplinger, Jessica Kirchhoefer, Robert Gibson, Derek Griner, Jonathan Cox e RD Boardman. Sia Ripplinger e Kirchhoefer sono attualmente dottorandi nel programma di consulenza psicologica del BYU.

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: salute emotiva, raggi solari, dati meteo, dati sanitari,

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

Istinto

Il termine istinto, come indica l'etimologia stessa (il termine latino “instinctus”, deriva da instinguere, incitare), è usato nel linguaggio ordinario per indi...

News Letters

0
condivisioni