Pubblicità

Il ruolo dei familiari nella diagnosi dell' autismo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 1485 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il 2 Aprile 2017 si è svolta la “Giornata mondiale per la consapevolezza sull'autismo”, indetta dalle Nazioni Unite dal 2007. A tal proposito, citiamo una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista “Autism”, che mette in evidenza il ruolo fondamentale dei membri della famiglia nella diagnosi dei disturbi dello spettro autistico. Secondo questa ricerca, i bambini che hanno fratelli maggiori o frequenti interazioni con i nonni, sono precocemente diagnosticati autistici rispetto a quelli che non ne hanno.

Il ruolo dei familiari nella diagnosi dell autismo


Questo è stato il primo studio a chiedere non solo ai genitori, ma anche amici e familiari che hanno avuto contatti con il bambino, informazioni circa le prime osservazioni del bambino.

I risultati mostrano che circa il 50% degli amici e familiari hanno riferito di aver sospettato che il bambino presentasse una grave condizione ancor prima di sapere della preoccupazione di uno dei due genitori. Le nonne materne e gli insegnanti erano le due principali categorie di relazioni a sollevare per prime delle preoccupazioni.

Circa la metà dei membri della famiglia e degli amici che hanno riferito di essere preoccupati per un bambino, erano anche riluttanti a condividere le loro preoccupazioni” spiega il ricercatore Joseph D. Buxbaum. “Il nostro lavoro mostra l’importanza del ruolo ricoperto da familiari e amici nella diagnosi precoce di un bambino affetto da autismo. Dal momento che la diagnosi precoce dei Disturbi dello Spettro Autistico è fondamentale per un trattamento efficace, ci auguriamo che lo studio possa configurarsi come un invito all’azione per incoraggiare la famiglia e gli amici a condividere le preoccupazioni tipiche della fase iniziale”.

Per lo studio, i ricercatori hanno condotto un sondaggio online su 477 genitori di bambini affetti da autismo. Inoltre, sono stati effettuati i sondaggi follow up con 196 amici e parenti riferiti dai genitori. I risultati indicano che la struttura familiare e la frequenza delle interazioni con i membri della famiglia hanno avuto effetti significativi sull’età della diagnosi. In particolare, è stato scoperto che la frequente interazione con la nonna ha anticipato l’età della diagnosi del Disturbo dello Spettro Autistico di 5,18 mesi, mentre l’interazione con un nonno ha ridotto l’età della diagnosi di 3,78 mesi.

Alcune ricerche precedenti hanno scoperto che il comportamento dei genitori influenza l’età della diagnosi, ma l’importante risultato di questo studio è che le persone, diverse dai genitori, svolgono un ruolo chiave nel riconoscimento di un problema.

Molti genitori evitano di chiedere aiuto per il loro bambino, anche se sanno che ciò potrebbe essere sbagliato”, spiega Nachum Sicherman, coautore dello studio. “Spesso ignorano i segni di un grave problema e preferiscono guardare dall’altra parte, rendendo il ruolo dei membri della famiglia e degli amici vitale per accelerare la diagnosi e migliorare le condizioni di un bambino”.

Oltre alle interazioni con nonni e amici, anche la struttura familiare gioca un ruolo importante nella diagnosi. I bambini senza fratelli sono stati diagnosticati autistici dai 6 agli 8 mesi in anticipo, rispetto ai bambini con fratelli. Tra i bambini che avevano fratelli, quelli con fratelli più grandi sono stati diagnosticati circa 10 mesi prima rispetto ai coloro che non ne avevano.

Questo dato suggerisce che i fratelli maggiori possono configurarsi come un utile punto di riferimento, aiutando i genitori a valutare se i fratelli minori raggiungono tutti gli obiettivi di sviluppo.

I risultati dello studio suggeriscono nuove strade per effettuare una diagnosi precoce, che sfruttino i feedback e le conoscenze della famiglia, degli amici e degli operatori sanitari che hanno contatti con i bambini.

 

 

Tratto da: sciencedaily

 

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Rubina Auricchio)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: autismo Disturbo dello spettro autistico

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

Neuropsicologia

“L’importanza teorica della neuropsicologia sta nel fatto che essa permette di avvicinarsi maggiormente all’analisi della natura e delle struttura interna dei p...

Ippocampo

Struttura sottocorticale sistuata all'interno di ciascun emisfero cerebrale, in corrispondenza della superficie mediale, dalla forma simile ad un cavalluccio ma...

News Letters

0
condivisioni