Pubblicità

Il sonno interrotto "uccide" il buonumore

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 660 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Essere svegliati durante la notte è peggio che dormire poco.sonno news

Il sonno interrotto influenza negativamente l’umore più che non dormire abbastanza.

Lo suggeriscono i risultati di una ricerca condotta dalla Scuola di Medicina dell’Università John Hopkins e pubblicata sulla rivista Sleep.

Lo studio ha preso in considerazione 62 uomini e donne, dividendoli in tre gruppi. Il primo gruppo è stato sottoposto a “sveglie forzate” durante il sonno; il secondo aveva l’indicazione di coricarsi tardi; il terzo poteva dormire ininterrottamente.

I ricercatori hanno analizzato l’umore dei partecipanti nell’arco di tre giorni. Dopo la prima notte, il gruppo che veniva svegliato regolarmente mostrava un “umore positivo piuttosto basso”.

 

Tratto da HuffingtonPost - prosegui nella lettura dell'articolo

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: sonno interrotto uccide buonumore esseresvegliati

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Ansia di perdere i propri cari…

Rita, 22     Salve, parlo a nome del mio fidanzato che non sa che sto scrivendo qui. ...

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Efferenza

Il termine “efferenza” si riferisce alle fibre o vie nervose che conducono in una determinata direzione i potenziali di riposo e di azione provenienti da uno sp...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Androfobia

L’androfobia rientra nella grande categoria delle fobie e viene definita come paura degli uomini. Nelle femmine questa paura tende a determinare un’avversione p...

News Letters

0
condivisioni