Pubblicità

Il suono corre sul tronco (encefalico)

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 547 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Il nostro modo di sentire il mondo, sia nel senso di udirne i suoni, sia nel senso più generale di atteggiarci nei suoi confronti dipende, inaspettatamente, anche dal tronco cerebrale ed è influenzato dall'ambiente sonoro in cui abbiamo fatto le nostre esperienze di vita. Questo risulta da una ricerca illustrata al convegno annuale dell'American Association for the Advancement of Science tenutosi a Boston.

"Tutti possediamo un tronco cerebrale, ma questo è sintonizzato in modi differenti a seconda di quali sono i suoni comportamentalmente rilevanti per la singola persona, come quelli – per esempio – tipici della lingua madre”, ha detto Jackson T. Gandour della Purdue University. “Ora sappiamo che ci sono regioni cerebrali coinvolte nell'elaborazione dei suoni del linguaggio che prima ignoravamo. E sapiamo pochissimo su come queste informazioni relative a toni e melodie siano canalizzate, trasformate e rappresentate ai vari livelli del cervello nel processo di traduzione che porta dal suono al significato.”

Tratto da "Lescienze.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

Fisting

Il fisting è una pratica sessuale, è l'atto di inserire l'intera mano o anche di due mani contemporaneamente, dentro la vagina o il retto Naturalmente richiede...

Adaptive Information Processin…

Secondo questo modello, per conferire senso agli stimoli in entrata, le nuove esperienze vengono assimilate all’interno di preesistenti network mnestici. &nb...

News Letters

0
condivisioni