Pubblicità

Immersed in violence: Study finds gaming in 3D leads to higher anger levels

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 358 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Playing violent video games in 3-D makes everything seem more real – and that may have troubling consequences for players, a new study reveals.
Researchers found that people who played violent video games in 3-D showed more evidence of anger afterward than did people who played using traditional 2-D systems — even those with large screens.
The higher anger in 3-D players was connected to the fact that, compared to 2-D players, they were more likely to feel they were “immersed in the game,” said Brad Bushman, co-author of the study and professor of communication and psychology at The Ohio State University.
“3-D gaming increases anger because the players felt more immersed in the violence when they played violent games,” said Bushman. “As the technology in video games improves, it has the ability to have stronger effects on players.”
Bushman conducted the study with lead author Robert Lull, a graduate student in communication at Ohio State. They announced their findings on Sunday (10/19) during the New Horizons in Science briefings at ScienceWriters2014, an annual conference hosted this year by Ohio State.

 

 

Tratto da psypost.org Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Trauma

Forte alterazione dello stato psichico di un soggetto dovuta alla sua incapacità di reagire a fatti o esperienze sconvolgenti, estremamente dolorosi come...

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

Anosognosia

Il termine, che deriva dal greco, significa letteralmente “mancanza di conoscenza sulla malattia”. Per la precisione, “nosos” significa malattia, “gnosis” sta p...

News Letters

0
condivisioni