Pubblicità

Impariamo il linguaggio grazie a un istinto innato

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 351 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Altro che uomo della giungla che si esprime a versi perché nessuno gli ha insegnato un linguaggio, secondo i ricercatori della Krieger School of Arts and Sciences presso la Johns Hopkins University di Baltimora negli Usa, la nostra mente è predisposta fin dalla nascita proprio ad apprendere il linguaggio e ne conosce altresì le regole sintattiche.
La dottoressa Jennifer Culbertson e colleghi, per dimostrare il loro assunto, hanno reclutato un gruppo di adulti di lingua inglese. I partecipanti sono poi stati suddivisi in due gruppi.

 

Gli appartenenti al primo gruppo dovevano interagire con un gioco per computer che prevedeva l’insegnamento di una lingua sconosciuta, detta Verblog, da parte di un insegnante d’eccezione: un extraterrestre di colore verde, a nome Glermi. In questo primo caso, l’insegnamento contemplava tuttavia che la lingua aliena fosse basata su regole sintattiche conosciute e consolidate. Al contrario, per gli appartenenti al secondo gruppo, il professore extraterrestre avrebbe insegnato loro la stessa lingua basata però sull’accostamento di aggettivi e sinonimi in modo inusuale in confronto a un normale linguaggio.

 

Tratto da: "lastampa.it" - Prosegui nella lettura dell'articolo




0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Essere spocchioso... (15472251…

Paolo, 42     Quali sono i significati profondi e psicologici di una persona "spocchiosa" ? ...

Senso di colpa (1547112077890…

Pietro, 25     Buongiorno, intorno all’età tra i 10 e i 13 anni mi è capitato più volte di “toccare” (senza costrizione) mia cugina più piccola (...

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Area Professionale

Un articolo alla volta - Comme…

Catello Parmentola ed Elena Leardini introducono il loro impegno con i visitatori di Psiconline.it a commentare, articolo dopo articolo, il Codice Deontologico ...

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Le parole della Psicologia

Bigoressia

Il termine trova la sua etimologia nell'inglese "big = grande” e nel latino "orex=appetito”, ad indicare la "fame di grossezza” Per bigoressia, vigoressia o an...

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

Complesso di Edipo

Il nome deriva dalla leggenda di Edipo, re di Tebe, che, inconsapevolmente, uccide il padre Laio e sposa la madre Giocasta. Nella teoria psicoanalitica, indica...

News Letters

0
condivisioni