Pubblicità

In aumento i disturbi dell'alimentazione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 775 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Una nuova campagna sull’alimentazione ed i suoi disturbi è stata lanciata nei giorni scorsi in Canada per sensibilizzare maggiormente verso questo fenomeno che registra negli ultimi tempi un aumento progressivo tra le fasce di popolazione giovanile. La campagna, diffusa attraverso sposts e programmi specifici nelle reti televisive, si dirige –proprio a causa del continuo abbassamento dell’età di insorgenza dei disturbi alimentari di natura psicogena - soprattutto ai genitori di ragazzi di età compresa tra gli otto e i dodici anni, sollecitando una maggiore attenzione verso questo aspetto della vita di relazione famigliare. “Nei nostri centri per la cura dei disturbi del comportamento alimentare – dice la dr.ssa Debra Katzman , responsabile del programma di cura per i disturbi dell’alimentazione presso l’Hospital for Sick Children di Toronto – osserviamo ragazzi sempre più giovani con problematiche psicologiche espresse attraverso una condotta alimentare alterata, quindi principalmente forme anoressico-bulimiche, alimentazione compulsiva o problemi di soprappeso;l’età di insorgenza di questi disturbi è infatti drasticamente scesa negli ultimi anni, fino a coinvolgere la seconda infanzia e la preadolescenza dove, anche se non sono soddisfatti solitamente tutti i criteri necessari per una diagnosi in una categoria precisa, sono comunque presenti tratti inequivocabili di sofferenza psicologica collegata all’alimentazione che ostacolano lo sviluppo armonico dei ragazzi ”.

“Le cause di questo abbassamento dell’età di insorgenza dei disturbi alimentari – prosegue la dr.ssa Katzman – sembra essere determinato da molteplici fattori, tra cui i maggiori livelli di stress che incontrano i giovani nelle nostre società nonché l’adeguamento a certi modelli di riferimento socio-culturali, soprattutto tra le ragazze”.

“La campagna attuale su questi disturbi - aggiunge la dr.ssa Maggie Wynant, direttrice dello Sheena Place di Toronto, un altro centro di supporto per problemi dell’alimentazione - è diretta soprattutto a far prendere coscienza agli adulti ed ai genitori che anche il modo di affrontare il problema sin dalle sue prime manifestazioni è importante e quindi anche il loro modo di esprimersi su tali tematiche davanti ai figli, per non creare i presupposti di una conflittualità che potrebbe trovare nei problemi col cibo un canale privilegiato di espressione..”.

Tratto da:” Eating Disorder Group Launches Campaign, Tells Parents to Nix Weight Comments” - Canadian Press – Feb. 2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Ansia

L’ansia è una sensazione soggettiva caratterizzata da un senso spiacevole di apprensione e preoccupazione spesso accompagnata da sintomi fisici di tipo autonomi...

Affetto

L'affetto (dal latino "adfectus", da "adficere", cioè "ad" e "facere", che significano "fare qualcosa per") è un sentimento di particolare intensità, che lega u...

Disturbo Esplosivo Intermitten…

Disturbo del comportamento caratterizzato da espressioni estreme di rabbia, spesso incontrollabili e sproporzionate rispetto alla situazione L’IED (Intermitten...

News Letters

0
condivisioni