Pubblicità

In aumento i disturbi dell'alimentazione

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 650 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Una nuova campagna sull’alimentazione ed i suoi disturbi è stata lanciata nei giorni scorsi in Canada per sensibilizzare maggiormente verso questo fenomeno che registra negli ultimi tempi un aumento progressivo tra le fasce di popolazione giovanile. La campagna, diffusa attraverso sposts e programmi specifici nelle reti televisive, si dirige –proprio a causa del continuo abbassamento dell’età di insorgenza dei disturbi alimentari di natura psicogena - soprattutto ai genitori di ragazzi di età compresa tra gli otto e i dodici anni, sollecitando una maggiore attenzione verso questo aspetto della vita di relazione famigliare. “Nei nostri centri per la cura dei disturbi del comportamento alimentare – dice la dr.ssa Debra Katzman , responsabile del programma di cura per i disturbi dell’alimentazione presso l’Hospital for Sick Children di Toronto – osserviamo ragazzi sempre più giovani con problematiche psicologiche espresse attraverso una condotta alimentare alterata, quindi principalmente forme anoressico-bulimiche, alimentazione compulsiva o problemi di soprappeso;l’età di insorgenza di questi disturbi è infatti drasticamente scesa negli ultimi anni, fino a coinvolgere la seconda infanzia e la preadolescenza dove, anche se non sono soddisfatti solitamente tutti i criteri necessari per una diagnosi in una categoria precisa, sono comunque presenti tratti inequivocabili di sofferenza psicologica collegata all’alimentazione che ostacolano lo sviluppo armonico dei ragazzi ”.

“Le cause di questo abbassamento dell’età di insorgenza dei disturbi alimentari – prosegue la dr.ssa Katzman – sembra essere determinato da molteplici fattori, tra cui i maggiori livelli di stress che incontrano i giovani nelle nostre società nonché l’adeguamento a certi modelli di riferimento socio-culturali, soprattutto tra le ragazze”.

“La campagna attuale su questi disturbi - aggiunge la dr.ssa Maggie Wynant, direttrice dello Sheena Place di Toronto, un altro centro di supporto per problemi dell’alimentazione - è diretta soprattutto a far prendere coscienza agli adulti ed ai genitori che anche il modo di affrontare il problema sin dalle sue prime manifestazioni è importante e quindi anche il loro modo di esprimersi su tali tematiche davanti ai figli, per non creare i presupposti di una conflittualità che potrebbe trovare nei problemi col cibo un canale privilegiato di espressione..”.

Tratto da:” Eating Disorder Group Launches Campaign, Tells Parents to Nix Weight Comments” - Canadian Press – Feb. 2002

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Come si ritrova l'amore di viv…

polppols, 18 anni Ciao, ho 18 anni e non so bene come iniziare a scrivere questa richiesta. Non mi sono mai aperta con qualcuno liberamente e sinceramente ...

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Lallazione

Indica quella fase di sviluppo del linguaggio infantile, che comincia all’incirca intorno al quarto-quinto mese di vita, e che consiste nell’emissione di suoni...

Identificazione proiettiva

“Ora mi sembra che l’esperienza del controtransfert abbia proprio una caratteristica particolare che dovrebbe permettere all’analista di distinguere le situazio...

Tic

I tic sono quei disturbi, che consistono in movimenti frequenti, rapidi, involontari, apparentemente afinalistici. Sono percepiti come irresistibili, ma posson...

News Letters

0
condivisioni