Pubblicità

In aumento i gruppi di supporto psicologico

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 658 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Si stima che siano circa 25 milioni gli Americani che hanno fatto esperienza almeno una volta nella loro vita con uno dei tanti gruppi di supporto psicologico o associazioni di autoaiuto che forniscono un valido servizio di sostegno e di socializzazione per quanti soffrono di problematiche le più disparate e di diversa gravità. La cifra è negli ultimi anni in costante aumento, come riporta anche una indagine recente del Journal of American Psichologist, anche in seguito alla diffusione di Internet, attraverso cui questi gruppi ed associazioni hanno trovato ulteriori spazi operativi.

Uno studio condotto recentemente da ricercatori dell’Università di Austin (Texas-Usa) ha approfondito le caratteristiche e le dinamiche che si sviluppano in questi contesti; la partecipazione a questi gruppi, intanto, prevede la presenza fisica tra molte altre persone che hanno problemi simili, ciò che se da un lato può scoraggiare alcuni all’inizio - soprattutto quanti soffrono di disturbi fobico-sociali e forme di timidezza patologica- dall’altro stimola il confronto con gli altri, rinforza i legami interpersonali, di appartenenza e di mutuo sostegno e contribuisce a far uscire dalla solitudine e da alcune forme depressive minori grazie al frequente scambio emotivo con gli altri partecipanti.

Per alcune problematiche in particolare, i gruppi di sostegno e di autoaiuto si rivelano essere uno dei trattamenti di supporto più efficaci per contrastare alcuni aspetti centrali del proprio malessere, come per esempio nell’alcolismo e nei casi di tossicodipendenza e sieropositività all’Aids.

Infatti, stando alle rilevazioni compiute, i soggetti che ricercano più attivamente sostegno nei gruppi direttamente o attraverso i canali internet appartengono soprattutto a queste tipologie di pazienti; seguono soggetti con problematiche di cancro, sclerosi multipla, disturbi cardiaci gravi, disturbi gravi dell’alimentazione (anoressia-bulimia), fino a gruppi costituiti da soggetti con disturbi meno gravi ma comunque difficili da gestire individualmente, quali ipertensione, attacchi di panico, cefalee, etc..

(tratto da:”Sharp Increase in Illness Support Groups”- Work & Family Life - Nov.2001)

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto della tua vita?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Mio marito ha un disturbo? [16…

Francesca, 36 anni. Salve, ho un problema con mio marito. Lui ha 39 anni e siamo sposati da 12. Da 3 ha un'azienda tutta sua di idraulica, fa impianti, ec...

Vivo ogni giorno con sempre me…

  lola, 23 anni   Salve, sono una ragazza di 23 anni e soffro di molti dei settori sopra indicati..avrei davvero bisogno di sfogarmi con qualcun...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la f...

Oggetto

“Lo sviluppo delle relazioni oggettuali è un processo mediante il quale la dipendenza infantile dall’oggetto cede a poco a poco il passo ad una dipendenza matur...

Limerence (o ultrattaccamento)…

È uno stato cognitivo ed emotivo caratterizzato da intenso desiderio per un'altra persona. Il concetto di Limerence (in italiano ultrattaccamento) è stato elab...

News Letters

0
condivisioni