Pubblicità

In ospedale a parlare di sessualità

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 474 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Dedicare qualche ora alle donne operate per un tumore al seno o alle ovaie, per aiutarle a vivere meglio le conseguenze delle cure sui rapporti di coppia. L'esperienza del Dana-Farber Cancer Institute di Boston
Cambia il corpo, cambia la percezione della propria immagine e cambia il modo vivere la femminilità. Gli interventi e le cure per un tumore al seno o alle ovaie hanno profonde conseguenze sulla sessualità, intesa in senso molto ampio, e sui rapporti di coppia.

Le terapie anti-ormonali, per esempio, comportano anche nelle donne più giovani una menopausa precoce difficile da accettare, che porta con sé secchezza vaginale e difficoltà nei rapporti sessuali. Non è una questione solo fisica, ma anche psicologica, che incide pesantemente sulla qualità di vita. Eppure questo tema per molti è ancora un tabù: i medici sono spesso reticenti a informare le pazienti circa queste conseguenze del percorso terapeutico, a prepararle, a dare loro consigli che vadano oltre il trattamento del tumore.

Uno studio americano. Sarebbe più semplice, per le donne, se fossero preparate ed informate, e potessero contare sui medici anche per far fronte a questi problemi? È la domanda che si è posta Sharon Bober, fondatrice e direttrice del Sexual Health Program presso il Dana-Farber Institute di Boston. La psicologa ha testato un suo progetto su un ristretto gruppo: 37 donne con una mutazione Brca (nota per aumentare di molto il rischio di sviluppare nel corso della vita tumori al seno e alle ovaie) che avevano deciso di sottoporsi a un intervento di chirurgia preventiva al Dana-Farber.

Tratto da: la rebubblica.it - Prosegui nella lettura dell'articolo



Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Gli psicologi nell'emergenza. …

Monica Isabella Ventura, Presidente di Psicologi Emergenza Abruzzo (PEA), ripercorre in poche righe l'esperienza diretta degli psicologi abruzzesi di fronte all...

Quello che emerge nell’emergen…

L'emergenza per il Covid-19 ha portato la comunità degli psicologi ad applicare nuove e più attuali forme di sostegno psicologico. Una riflessione sulle implica...

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Le parole della Psicologia

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Ninfomania

Il termine ninfomane viene da ninfa (divinità femminile della mitologia e/o nome dato alle piccole labbra della vulva) e mania (che in latino significa follia)...

Eisoptrofobia

L'eisoptrofobia o spettrofobia (da non confondere con la paura degli spettri, phasmofobia) è la paura persistente, irrazionale e ingiustificata degli specchi, o...

News Letters

0
condivisioni