Pubblicità

"In queste cellule ho visto l'Io"

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 310 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nell’oceano dei neuroni sono speciali: ci spingono a entrare in sintonia con i nostri simili e a imitarli. Forse ci rendono perfino un po’ più buoni. E’ per questo che sono stati chiamati neuroni specchio.Professor Marco Iacoboni, con Giacomo Rizzolatti lei è uno dei protagonisti mondiali delle ricerche su queste cellule tanto intriganti. Le studia da un decennio alla UCLA, la University of California at Los Angeles: adesso sostiene che sono legate perfino al senso morale. Sta esagerando?
«Può sembrare un’affermazione esagerata. In realtà ha senso, perché la prima funzione dei neuroni specchio è capire le azioni degli altri».

Leggiamo nelle menti?
«Quando interagiamo con gli altri, le azioni di chi ci sta di fronte hanno un’importanza fondamentale, dal viso alla voce. Sono segnali che trasmettono le intenzioni mentali, come voler bere un bicchiere d’acqua o esprimere tristezza. Ecco perché le azioni sono così importanti per l’empatia e il senso morale. Se il processo evolutivo ha creato queste cellule, che simulano i comportamenti di chi ci circonda e percepiscono i processi mentali ed emozionali, siamo dinnanzi a un processo biologico fondamentale: solo connettendoci con gli altri possiamo comportarci in modo morale».

A che cosa puntano i suoi nuovi esperimenti?
«A mappare la traiettoria evolutiva dei neuroni specchio nei bambini. Ci basiamo sulla risonanza magnetica funzionale e sulla stimolazione magnetica transcranica: con la prima osserviamo le reazioni del cervello durante una serie di “tasks” - di compiti - mentre con la seconda interferiamo nell’attività cerebrale, riducendo la funzionalità di specifiche aree e ottenendo informazioni dirette, di tipo causale».

Tratto da "lastampa.it" - prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Area Professionale

Articolo 4 - il Codice Deontol…

Articolo 4 Nell’esercizio della professione, lo psicologo rispetta la dignità, il diritto alla riservatezza, all’autodeterminazione ed all’autonomia di coloro ...

Che cos’è il Test del Villaggi…

Il test del Villaggio è un reattivo psicodiagnostico che può essere somministrato ai bambini, agli adolescenti, agli adulti, alle coppie, alla coppia genitore-b...

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Le parole della Psicologia

Autostima

L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale ...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters

0
condivisioni