Pubblicità

Incidenti stradali e bambini: anche la psiche è in pericolo

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 609 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Un subdolo nemico mette a repentaglio la salute psichica dei bambini coinvolti in incidenti stradali e dei loro genitori: il disturbo acuto da stress. Una realtà poco investigata e sottodiagnosticata ma che riguarda milioni di bambini in tutto il mondo. A lanciare l’allarme uno studio pubblicato dalla rivista Archives of Pediatrics & Adolescent Medicine.

A circa 1 bambino su 4 tra quelli ospedalizzati per ferite causate da incidenti d’auto viene diagnosticato un disturbo acuto da stress. E si tratta di una minoranza dei bambini esposti al trauma di un incidente.
Fino ad oggi, nessuno studio clinico aveva esplorato la prevalenza dei sintomi da disturbo acuto da stress e i fattori di rischio tra bambini e genitori esposti a incidenti stradali. In Italia i traumi riportati in seguito a incidenti automobilistici interessano ogni anno circa 11.000 bambini. Le conseguenze psicologiche non sono da sottovalutare: numerosi studi hanno dimostrato infatti il possibile sviluppo di situazioni di stress permanente (passando cioè ad un disturbo post-traumatico da stress o DPTS).

Tratto da Yahoo! - Prosegui nella lettura dell'articolo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

Imprinting

L'imprinting è una forma di apprendimento precoce secondo la quale i neonati, nel periodo immediatamente successivo alla nascita, vengono condizionati dal primo...

Workaholism

Il workaholism, o dipendenza dal lavoro, può essere definito come “una spinta interna irresistibile a lavorare in maniera eccessivamente intensa”. Esso è consid...

News Letters

0
condivisioni