Pubblicità

Incontro dibattito sulla psicoterapia

0
condivisioni

on . Postato in News di psicologia | Letto 255 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
Venerdì 13 maggio 2005 si è svolto all'auditorium dell'Ordine dei Medici di Napoli l'incontro dibattito su “ Formazione in psicoterapia, qualità della didattica, pratica psicoterapeutica e psicoterapia pratica ”, promosso dalla Commissione per i problemi della psicologia e psicoterapia della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO). Dopo il saluto del presidente della FNOMCeO - Giuseppe Del Barone -, si sono articolati i vari interventi di psichiatri, psicologi, psicoterapeuti presenti: Maurizio Mottola, Leonardo Ancona, Alberto Zucconi, Piero Petrini, Domenico Mangione, Giuseppe Ruggiero, Gennaro Galdo , Maurizio Ricciardi, Luciano Rispoli, Pantaleone D'Ostuni, Felice Zoena, Gaetano Dell'Anna, Maurizio Falcone, Vittorio De Marco, Paola Lausdei, Guelfo Margherita, Antonio Acerra .

Nel rapporto del 2004 sulla salute mentale l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sottolinea con allarme che attualmente nel mondo 450 milioni di persone soffrono di disturbi mentali e tale problematica è responsabile della perdita del 13% degli anni di vita (DALYs); inoltre tale perdita nelle condizioni attuali è destinata ad aumentare del 15% nei prossimi 15 anni.

Entro il 2020 il 25% della popolazione dei paesi più industrializzati sarà gravato da disturbi psichici e solo l'1% sarà preso in carico come paziente, in quanto se tutte queste persone si curassero i bilanci statali crollerebbero.

Secondo l'OMS la malattia mentale (che non include il mero malessere psicologico) è responsabile di un'enorme gravosità per la società , non solo in termini di sofferenza ma anche di perdite economiche e di concausa per numerose malattie fisiche.

Dunque tenendo conto di tali dati ne scaturisce che in Italia il rapporto di 1 psicoterapeuta all'incirca ogni 1.800 abitanti non è eccessivo, piuttosto sono minimali le prestazioni psicoterapeutiche erogate sopratutto a quelle fasce della popolazione non abbiente, che non potendo ricorrere alle cure di psicoterapeuti privati si rivolge come è suo diritto al servizio sanitario nazionale, ove purtroppo ricevono spesso solo dei trattamenti farmacologici.

D'altronde in Italia c'è stato tra il 2000 ed il 2003 un aumento del consumo di psicofarmaci pari al 75%.

Le Aziende Sanitarie Locali dovrebbero bandire i concorsi per dirigente di psicoterapia così da fare incontrare le domande di prestazioni psicoterapeutiche da parte dell'utenza con la disponibilità di circa 32.000 psicoterapeuti (21.000 laureati in psicologia e 11.000 laureati in medicina).

Le risorse finanziarie destinate per la promozione della salute e del benessere sono considerate in Italia erroneamente una spesa laddove sono invece - nei dati delle ricerche forniti dall'OMS - un investimento.
Promuovere efficacemente la salute ed il benessere dei cittadini significa promuovere la prosperità di una nazione, in quanto la sua maggiore risorsa sono proprio i cittadini.

Se si intende inoltre per prevenzione non solamente la diagnosi precoce e la rimozione delle possibili cause patogene , bensì la promozione e l'impiego di tecniche e metodiche attinenti alla più specifica delle risorse dell'individuo - la sua mente -, allora ne deriva che per la prevenzione del disagio psichico e l'implementazione della salute mentale occorre incrementare l'accessibilità alle cure psicoterapeutiche , utilizzando nel servizio sanitario nazionale gli psicoterapeuti tramite l'organizzazione di specifici servizi di psicoterapia.

L'accesso alla psicoterapia va pertanto considerato un diritto sanitario del cittadino e va dunque sviluppata la prerogativa che gli utenti siano garantiti sulla qualità della formazione specialistica in psicoterapia , che è entrata a pieno titolo nell'ambito degli interventi sulla salute.

Bisogna comunque tenere conto che per l'incremento e lo sviluppo della qualità è indispensabile coinvolgere tutte le parti in campo (le scuole private, le scuole di specializzazione universitarie, i servizi, gli allievi, gli utenti), in quanto la qualità non può essere imposta ma solo promossa e premiata.

inviato da Maurizio Nottola e pubblicato su Nuova Agenzia Radicale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mio fratello ha tentato il sui…

Sofia, 19     Salve, scrivo per mio fratello. Si chiama Lorenzo ed ha 19 anni. ...

Soffro di depressione (1546116…

jessica, 22     Ciao mi chiamo Jessica e ho 22 anni, è la prima volta che mi rivolgo a qualcuno. ...

Problemi (1546611479539)

Americanino, 48     Da qualche anno riscontro gravi problemi di erezione e di portare a termine un rapporto. ...

Area Professionale

Distinguere tra disturbo evolu…

È difficile distinguere tra disturbo evolutivo e difficoltà di lettura? Significatività clinica di un Trattamento di Difficoltà di Lettura in soggetto di quarta...

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Le parole della Psicologia

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

Autotopoagnosia

L'autotopoagnosia è un disturbo di rappresentazione corporea, clinicamente raro, in cui è presente l'incapacità di indicare le parti del corpo. Nella maggior p...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

News Letters

0
condivisioni